di

Non è un buon momento per Arina Tanemura, la popolare mangaka giapponese autrice di Full Moon - Canto d'amore, la spada incantata di Sakura e Ogni nostro venerdì. L'ultimo lavoro della fumettista infatti, una nuova serie anime creata per Tokyo Cindarella Show, ha ricevuto un responso decisamente negativo da parte dei fan.

Il motivo principale delle critiche deriva dalla scelta di utilizzare come protagonisti della serie dei Virtual Youtubers. Per chi non lo sapesse, questi sono degli avatar digitali generati in computer grafica, resi popolari dalla youtuber giapponese Ami Yamato.

Yamato cominciò ad utilizzare avatar digitali nel 2011, riscuotendo un discreto successo. Il boom tuttavia arrivò nel 2016, quando En Morikura e Tomitake crearono Kizuna AI, una sorta di youtuber virtuale che guadagnò più di due milioni di iscritti in appena dieci mesi.

La nuova serie di Tokyo Cindarella Story, creata in partnership con Tanemura, vede come protagonisti proprio due VY. La storia segue le vicende di Mirei Natsukawa e Yuno Fujimiya, una coppia di amici in cerca dell'amore. L'obiettivo della serie, il cui primo episodio è disponibile in cima all'articolo, è quello di raccontare una storia d'amore e nel contempo di offrire consigli agli spettatori.

Arina Tanemura si è occupata dello script e del design dei due protagonisti, riscuotendo però un giudizio estremamente critico. Recentemente la fumettista aveva anche lavorato sul più affermato IDOLiSH7, l'anime tratto dal videogioco mobile di Bandai Namco.

Cosa ne pensate? Secondo voi le critiche sono giustificate? Fateci sapere le vostre impressioni nei commenti.

Quanto è interessante?
1