L'Attacco dei Giganti 132: Armin si carica tutto sulle spalle, ecco l'eredità ricevuta

L'Attacco dei Giganti 132: Armin si carica tutto sulle spalle, ecco l'eredità ricevuta
di

L'Attacco dei Giganti ci presentò fin dall'inizio Armin Arlert, un ragazzino biondo e debole che veniva sempre difeso da Eren e Mikasa nei vicoli di Shiganshina. Nonostante le sue scarse capacità in combattimento, è dotato di una buona capacità tattica che gli hanno valso diversi apprezzamenti tra gli alti ranghi della Legione Esplorativa.

Negli ultimi tempi, con la scelta di Eren di sterminare il mondo intero, il ruolo di Armin è diventato quello del capo di una sorta di resistenza che ha visto unirsi pochi soldati di Eldia e Marley. Seguendo anche il suo volere e le sue indicazioni, i compagni stanno cercando il modo per fermare Eren. Se prima però era una guida solo parziale e morale, adesso lo è diventato anche nei fatti.

Poco prima di avviarsi verso i giganti colossali che minacciavano la partenza dell'idrovolante, Hange Zoe ha deciso di lasciare ad Armin il comando della Legione Esplorativa, rendendolo quindi il 15° comandante. Adesso il ragazzo sarà ancora più responsabile della riuscita dell'operazione, essendo anche l'unico che può fermare l'amico di una vita in L'Attacco dei Giganti.

Hange Zoe ha poi proseguito sacrificandosi, abbattendo abbastanza giganti da permettere all'idrovolante di ottenere abbastanza tempo. Come si comporterà Armin in quanto nuovo comandante della Legione?

FONTE: ComicBook
Quanto è interessante?
2