di

La quarta stagione de L'Attacco dei Giganti è iniziata letteralmente col botto, nel pieno di una guerra tra la nazione di Marley e il fronte mediorientale. L'atmosfera politica delineata da Hajime Isayama che si respira in questi primi episodi sta venendo tuttavia macchiata dalle polemiche dal comparto tecnico e visivo.

Che Studio MAPPA non stia navigando in buone acque sembra un timore sempre più consistente man mano che emergono dettagli sulla produzione dell'anime. Tra animatori che lavorare male, la scarsa disponibilità di freelancer e i tanti progetti a carico di MAPPA, lo studio dovrà presto o tardi fare i conti sul risultato finale che, tutto sommato, è ad ora più che soddisfacente e non si sono ancora mostrati i problemi preannunciati. Certo, è pur vero che siamo solo al secondo episodio, eppure la qualità della CGI è attualmente superiore alla media, merito soprattutto dello Studio V-Sign, la compagnia incaricata della computer grafica.

Qualcuno, tuttavia, ha espresso il proprio disappunto nei riguardi dell'anime che, rispetto al trailer, presenta modifiche sul comparto visivo, soprattutto sulla resa dei Giganti. Nella clip che potete recuperare in cima alla pagine è possibile dare un'occhiata alle differenze che sussistono tra il primo episodio e le stesse scene del video promozionale andato in onda qualche mese fa. D'altro canto, nonostante tutto il polverone contro MAPPA, è doveroso spendere una lancia al favore dello studio poiché già in occasione dell'uscita del video il regista dell'anime aveva onestamente avvertito i fan che il trailer promozionale de L'Attacco dei Giganti 4 era stato montato ad hoc. Ed è per questo che durante il corso della trasmissione le differenze tra gli episodi e il trailer non faranno che aumentare, motivo per cui non è possibile prendere il filmato promozionale come metodo di paragone per la qualità generale dell'adattamento animato.

Quanto è interessante?
2