L'Attacco dei Giganti 4x13: i protagonisti diventano ostaggi nel finale inaspettato

L'Attacco dei Giganti 4x13: i protagonisti diventano ostaggi nel finale inaspettato
di

L'Attacco dei Giganti 4 continua a sorprendere i propri fan con numerosi colpi di scena, l'ultimo dei quali ha coinvolto gli amici d'infanzia di Eren impedendo una loro immediata reazione. Ecco cosa è successo.

Nella nuova stagione dell'anime abbiamo recentemente assistito alla formazione di una nuova fazione a supporto delle azioni di Eren Jaeger e della conseguente nascita di disordini interni al regno. Successivamente la narrazione ha portato all'attenzione degli spettatori le vicende di Gabi e Falco ed il loro tentativo di mettersi in contatto con la nazione di Marley.

Mentre i due ragazzi giungono al ristorante di Niccolò anche i membri dell'Armata Ricognitiva raggiungono lo stesso luogo per interrogare il cuoco con l'obiettivo di ottenere ulteriori informazioni su Yelena. Gli eventi però precipitano nel caos quando il marleyano ed i due piccoli guerrieri si incontrano portando questi ultimi, in L'Attacco dei Giganti 4, ad affrontare le proprie colpe.

I problemi contro cui devono scontrarsi i protagonisti peggiorano ulteriormente con l'arrivo degli Jeageristi e la conseguente rivelazioni da parte degli stessi di essere a conoscenza delle macchinazioni di Yelena, cosa che ha scatenato numerose reazioni degli appassionati di L'Attacco dei Giganti 4. Insieme alla nuova fazione che lo sostiene anche lo stesso Eren, a sorpresa, è giunto sul posto e mostrando una ferita sulla mano annuncia di voler parlare coi propri amici d'infanzia. Armin e Mikasa non possono far altro che accettare la richiesta del ragazzo poiché egli è in grado di rilasciare il proprio potere del gigante in qualunque momento.

Voi cosa ne pensate? Vi hanno sorpreso il ritorno di Eren e le sue azioni? Scrivetecelo nei commenti.

Quanto è interessante?
1