Batman dovrebbe uccidere? Quando il Cavaliere Oscuro ha infranto la sua regola

Batman dovrebbe uccidere? Quando il Cavaliere Oscuro ha infranto la sua regola
INFORMAZIONI SCHEDA
di

I principali supereroi dei fumetti condividono una regola: non uccidere mai l'avversario. Nonostante Batman sia ritenuto uno dei vigilanti più oscuri e violenti, anche Bruce Wayne è un fervente sostenitore della regola del non uccidere. Ma Batman ha mai ucciso? Ecco quando il Cavaliere Oscuro ha infranto la principale regola dei supereroi.

Il quarto episodio della nuova serie HBO Max di James Gunn (qui le prime recensioni di Peacemaker) ha riacceso una discussione molto popolare su internet: nella serie, il personaggio interpretato da John Cena afferma che Batman salverebbe molte più vite uccidendo i suoi villain invece di lasciarli in vita, dandogli l'occasione di fare ulteriori potenziali danni. Questa teoria, su internet, sta trovando molti sostenitori, ma anche molti oppositori.

Negli anni '40, nei fumetti di esordio di Batman, Bruce Wayne non aveva ancora adottato la regola che gli impedisce di uccidere i suoi avversari, e in questi primi numeri, non era raro vedere Batman assassinare i suoi nemici. In seguito, con la fondazione del Comics Code Authority, ente americano che si occupava di censurare i fumetti violenti, le storie di Batman assunsero toni decisamente più family friendly e "camp" (toni che si trascinarono anche nella prima serie live action di Batman, quella con protagonista Adam West).

In tempi più recenti, comunque, nonostante il voto fatto da Bruce Wayne, non sono mancate occasioni in cui, nelle storie di Batman, "c'è scappato il morto": è il caso di Batman #57, fumetto pubblicato nel 2018 in cui Bruce Wayne rompe il collo di KGBeast, lasciandolo morente al suo destino, rifiutandosi di prestargli soccorso. Eventualmente, KGBeast riuscirà a sopravvivere alle ferite, ma le intenzioni del Cavaliere Oscuro erano chiare.

In ogni caso, Bruce Wayne si è dimostrato meno ligio nel perpretare la sua regola quando si è trattato di combattere avversari non umani: nella storyline "Red Rain", pubblicata nel 1991, Batman uccide Dracula in persona, impalandolo; o ancora, nel crossover "Final Crisis", pubblicato tra il 2008 e il 2009, è proprio il Cavaliere Oscuro a uccidere Darkseid con uno speciale proiettile radioattivo.

Tuttavia, i fumetti hanno già dimostrato che un Batman che uccide è un'eventualità da temere: nel crossover Flashpoint del 2011, Barry Allen arriva in un universo in cui sotto la maschera di Batman si nasconde il volto di Thomas Wayne. Questo Batman non si fa troppi scrupoli ad assassinare e torturare i suoi avversari, e la sua mancanza di freni lo porta a compiere azioni come uccidere Alfred, o allearsi con Bane per prendere il controllo di Gotham City.

Recentemente, anche il prossimo interprete di Bruce Wayne ha voluto dire la sua su questa questione: ecco come Robert Pattinson interpreta la regola del non uccidere di Batman.

Quanto è interessante?
3