Batman: un sacrificio inaspettato nelle pagine di Joker War

Batman: un sacrificio inaspettato nelle pagine di Joker War
INFORMAZIONI SCHEDA
di

L'evento che sta sconvolgendo l'universo DC Comics, la Joker War, è sempre più vicino alla sua conclusione ma continua a coinvolgere personaggi molto vicini a Batman e naturalmente anche al suo alter ego Bruce Wayne, e stavolta ad essere coinvolta nei piani del pagliaccio principe del crimine è stata Barbara Gordon.

In Batgirl 47 vediamo Barbara tornare nella sua casa dopo un appuntamento con Jason Bard, solo per ritrovarsi di fronte al Joker. Il villain le rivela che ora è in grado, grazie ad un particolare dispositivo che ha la stessa frequenza del microchip installato nella colonna vertebrale di Barbara, di controllare tutti i suoi movimenti.

Mentre tortura Barbara, Joker le fa pesare come dopo il suo attacco iniziale lei abbia cercato di ricostruirsi una vita tranquilla. Con un monologo magistralmente scritto da Cecil Castellucci, Barbara decide di ribellarsi, e poi di colpire il nemico.

Joker successivamente specifica perché si è recato da Barbara: vuole il suo aiuto per sbloccare le password e accedere nei computer di Batman, che tecnicamente già possiede. Dopo avergli detto che la password è impossibile da risolvere per chiunque, Barbara prende un coltello e lo usa per togliersi il microchip impiantato nel suo corpo, per poi conficcare una sbarra d'acciaio nella schiena del Joker. Il volume si conclude con la tavola che trovate in calce.

Ricordiamo che il nuovo costume di Batman avrà un ruolo importante, e che presto il Cavaliere Oscuro affronterà Batman Beyond.

Cosa ne pensate di questo sviluppo inaspettato? Rallenterà il Joker e i suoi piani? Fatecelo sapere con un commento qui sotto.

Quanto è interessante?
1
Batman: un sacrificio inaspettato nelle pagine di Joker War