Berserk 368: un'oscurità che può inghiottire tutto

Berserk 368: un'oscurità che può inghiottire tutto
di

Il lungo stop di Berserk imposto dalla morte del suo mangaka Kentaro Miura è finito da qualche mese. Con la collaborazione congiunta di Studio GAGA, Kouji Mori e la redazione di Young Animal, Berserk è ripreso con i capitoli 365 e 366, procedendo con un capitolo al mese abbastanza regolarmente. E ormai la crisi è aperta.

Le mosse di Gatsu non hanno effetto su Griffith e l'intervento di Zodd peggiora le cose. In Berserk 368 si consuma infatti il rapimento di Caska, ma prima c'è il Cavaliere del Teschio che emerge dalle ombre per avvisare Isidoro e gli altri di abbandonare l'isola. Sembra infatti che l'habitat degli elfi sia ormai condannato, e lui non può difendere tutto. Il ragazzino però decide di rimanere nonostante i rischi, cosa che causa l'eccitazione del Cavaliere del Teschio.

Verso il porto, invece, gli altri stanno preparando le navi per salpare il prima possibile, per evitare di essere coinvolti nel disastro. Purtroppo però questo arriva lo stesso con una tremenda scossa che fa emergere delle protuberanze dalla terra che risucchiano la vita di chiunque le tocchi. Molti scappano in barca, ma alcuni restano circondati da queste creature.

Intanto Gatsu non può fare altro che osservare Griffith scappare con Caska tra le braccia, con uno sguardo sconfitto mentre l'isola viene inghiottita nell'oscurità.

Quanto è interessante?
3