Berserk 369: la scomparsa di un regno e il crollo del guerriero

Berserk 369: la scomparsa di un regno e il crollo del guerriero
di

La ripresa delle vicende di Gatsu sotto la gestione di Kouji Mori e degli artisti dello studio Gaga, ha portato ad uno dei momenti più bui delle recenti saghe di Berserk. Ogni tavola del capitolo 369 è caratterizzata da attimi di disperazione, e lo stesso protagonista sembra essere crollato di fronte a così tanta distruzione e tristezza.

Caska è stata rapita da Grifis. L’isola di Elfhelm sta crollando su sé stessa, portandosi dietro tutte le anime che lo abitano. Gatsu è solo, incapace di agire mentre le esistenze degli elfi scompaiono davanti agli occhi sorpresi di Isidoro e gli altri. Quel regno, a causa delle azioni di Grifis, non fa più parte del mondo. Il Guerriero Nero si trova nuovamente a dover fare i conti con una grave perdita.

Mentre Gatsu cade in ginocchio sorreggendosi sulla colossale Amazzadraghi, l’inarrestabile calamità comincia a sgretolare l’isola, facendo sparire dal mondo corporeo gli elfi, le fate, i centauri e ogni tipo di creatura magica presente sulle coste e nelle acque circostanti. Tuttavia, questo evento, osservato da lontano dal Cavaliere del Teschio, potrebbe rivelarsi ancora più doloroso per lo stesso Gatsu. In una delle tavole iniziali Pak osserva l’inizio del decadimento, e come gli altri elfi, anche lui potrebbe esserne stato vittima.

Per finire ricordiamo che Planet Manga porterà in Italia la prestigiosa Black Edition di Berserk, e vi lasciamo alle ipotesi sul capitolo 370 di Berserk, in arrivo il 14 ottobre 2022.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
3