Berserk 375, il manga è tornato: il viaggio verso Kushan

Berserk 375, il manga è tornato: il viaggio verso Kushan
di

Berserk sta proseguendo con un team completamente nuovo che si sta occupando di sceneggiatura e disegni dopo la dipartita di Kentaro Miura. Koji Mori sta seguendo tutto ciò che che gli ha raccontato il suo amico mangaka, mentre studio GAGA si sta occupando dei disegni. E così, Berserk è entrato in un nuovo arco narrativo.

L'uscita di Berserk 375 era davvero tanto attesa, dato che si tratta del secondo capitolo dell'arco narrativo "Esilio verso oriente", che già faceva intuire la destinazione di Gatsu e compagni. E così arriva la conferma con Berserk capitolo 375, che si intitola "L'alba rompe l'impiegabile nebbia notturna". Sulla copertina a colori, un Gatsu con l'armatura, solo e abbattuto è circondato da un'aura blu e nera che fa capire il suo stato d'animo.

Da lontano, un gruppo di personaggi dell'impero Kushan sta osservando la nave e si sta chiedendo se siano nemici di Falconia. Tuttavia, il regno di Griffith è fin troppo lontano. I soldati che sono saliti sulla nave arrivano fin nelle cabine più profonde e qui trovano Gatsu, che viene incatenato senza opporre resistenza e poi portato sul ponte. Alla vista dello spadaccino nero in quello stato, Isidoro si arrabbia e inizia a urlargli contro, non ottenendo risposte. Ciò però porta un guerriero kushan a rimuoversi l'elmo: è Rickert, ex compagno di Gatsu che ora si trova nell'impero orientale.

Così li avvisa che stanno raggiungendo un nuovo continente, un continente che raggiungono all'alba con le scialuppe e il cui sole sorge dietro un gigantesco edificio che si affaccia sul porto. Inizia una nuova storia per Gatsu e compagni in Berserk.