Berserk: cosa aspettarsi dal nuovo arco narrativo?

Berserk: cosa aspettarsi dal nuovo arco narrativo?
di

La storia di Berserk parte da molto lontano, da quegli anni '80 dove la mente di Kentaro Miura sfogò tutta la sua rabbia nella creazione di un mondo dark fantasy, i cui echi magnifici riverberano ancora oggi, anni dopo la sua morte. Questo manga rimane un punto di riferimento per tutti gli amanti di questo genere epico e fantastico.

Di archi narrativi ce ne sono stati molti in Berserk. Dalla ricerca di Griffith con l'arco introduttivo alla magistrale età dell'oro, passando poi per una sequenza di eventi che hanno portato Gatsu a migliorarsi e affrontare nuovi nemici, ma anche a crearsi un nuovo gruppo di compagni con i quali viaggiare. E adesso sta per iniziare una nuova fase del manga.

È iniziato il nuovo arco narrativo di Berserk, un arco intitolato "Esilio orientale". Cosa racconterà Berserk in questa nuova saga? Il nome fa capire che non si tratta della fase finale della storia, ma di un altro momento d'intermezzo. Il capitolo 374 di Berserk sembra già far intuire la possibile piega che prenderà la narrazione, ora nelle mani di Koji Mori. Considerato che i soldati dell'impero Kushan hanno invaso la nave senza uccidere nessuno e hanno messo Gatsu in catene, è possibile che la prossima storia del manga verrà ambientata proprio nella terra di questi soldati.

Pertanto, Gatsu e gli altri si ritroveranno in questa landa sconosciuta, nella quale dovranno combattere ma potrebbero anche imparare qualcosa di nuovo che sarà loro utile per la lotta contro Griffith e l'invasione di Falconia.