di

La triste scomparsa di Kentaro Miura ci ha costretto a salutare anche Berserk, la sua opera magna, ormai in hiatus per un periodo di tempo indefinito. In attesa di scoprire se e quando vedremo un prosieguo molti fan hanno espresso interesse nel recuperare l'opera completa, e naturalmente si sono accesi diversi dibattiti circa la qualità dell'anime.

Oggi abbiamo deciso di parlarvi nel dettaglio proprio degli adattamenti animati di Berserk, dal celebre anime del 1997 realizzato da Studio OLM al sequel del 2016/17 firmato Liden Films, passando per la trilogia cinematografica de L'epoca d'oro. Qual è dunque il modo migliore per recuperare Berserk? Parliamone.

Nel caso in cui proprio non voleste recuperare il manga, la serie del 1997 rappresenta senza dubbio il modo migliore per rivivere la prima parte dell'avventura del Guerriero Nero, e la ragione principale è legata alla reperibilità dell'opera. L'anime, infatti, è disponibile su Amazon Prime Video con il doppiaggio italiano, a differenza della trilogia cinematografica in CGI, che racconta gli stessi eventi in tre film disponibili solo in home video. I tre film de L'epoca d'oro presentano qualche taglio in più, ma le animazioni sono invecchiate decisamente meglio e di conseguenza è ritenuta un'opzione altrettanto valida.

Le seconda stagione firmata Liden Films, pubblicata tra il 2016 e il 2017 e composta da 24 episodi, è stata molto criticata a causa della scarsa qualità delle animazioni, ma rimane abbastanza fedele al racconto originale di Miura e al momento rappresenta l'unica scelta possibile per vedere animati gli archi narrativi del Guerriero Nero e della Condanna. Come spiegato in video, per recuperare la serie è sufficiente seguire l'ordine cronologico.

E voi cosa ne pensate? Avete visto le tre serie? Quale avete preferito? Fatecelo sapere nello spazio dedicato ai commenti, e se non l'avete ancora fatto, iscrivetevi al canale YouTube di Everyeye Plus per maggiori contenuti a tema anime e manga.

Quanto è interessante?
3