Black Clover 321, l'umile lezione di Asta: la risoluzione per l'assalto finale

Black Clover 321, l'umile lezione di Asta: la risoluzione per l'assalto finale
di

Nonostante gli enormi margini di miglioramento di Asta e Yuno negli ultimi numeri di Black Clover, il livello dei due protagonisti non sembra affatto paragonabile a quello del micidiale avversario che pare non avere alcun punto debole. Nonostante l'abisso, tuttavia, il Cavaliere Magico del Toro Nero ha impartito una profonda lezione.

L'intervento di Yuno ha impedito che Lucifero uccidesse Asta che ha così riacquistato una piccolissima porzione di energie grazie alle cure di Mimosa, accorsa in soccorso del protagonista. Il capitolo 321 di Black Clover non si è limitato solo a questo dal momento che proprio la figura di Sekke, colui che è stato sempre al centro di alcune delle gag del manga, si è rivelato il veicolo della bellissima e umile lezione di Asta.

Il membro della Mantide Religiosa Verde, infatti, è stato tra i primi personaggi a deridere il nostro eroe durante le battute iniziali del manga, approfittandosi tra l'altro dell'assenza di poteri magici nei riguardi del componente del Toro Nero al momento delle selezioni. Sekke, notando la risoluzione con il quale Asta si rimette in piedi per fronteggiare l'avversario, con un corpo grondante di sangue, si rende conto della differenza che li separa, di ciò che rende davvero un individuo un reale Cavaliere Magico: la determinazione e la volontà mentale di superare anche la peggiore delle disperazioni.

Un messaggio simbolico e che chiarisce una volta per tutte qual è l'elemento che agli occhi di tutti rende Asta un vero e proprio cavaliere del Regno di Clover. E voi, invece, cosa ne pensate dell'ultimo capitolo? Fatecelo sapere con un commento qua sotto.

Quanto è interessante?
0