Black Clover 338: una gita alla scoperta Paese del Sole

Black Clover 338: una gita alla scoperta Paese del Sole
di

L’arco narrativo finale di Black Clover è cominciato con una perdita importante. Nella prima schermaglia contro Lucius Zogratis, l’essere malvagio che si nascondeva all’interno dell’Imperatore Magico Julius Novachrono, uno dei protagonisti viene sconfitto e strappato dal Regno di Clover. Ha davvero raggiunto miglior vita?

In Black Clover capitolo 337 Asta si risveglia improvvisamente. Il ragazzo si trova al sicuro, in una casa dallo stile tradizionale giapponese. Curato e rifocillato, Asta incontra il suo salvatore, un uomo dal ki e dall’impressionante somiglianza fisica con il Capitano Yami Sukehiro. L’uomo afferma di conoscere benissimo Yami, che però non vede da quando lui ha tredici anni, e che adesso Asta si trova nel Paese del Sole, la nazione originaria del Capitano del Toro Nero.

A parlare al mago del Toro Nero in Black Clover 338 è Ryuudou Ryuuya, lo shogun del Paese del Sole. Egli, informa Asta che se dovesse fare ritorno a Clover questa volta morirebbe sul serio. Per il ragazzo comincia un nuovo, lungo periodo di addestramento al fianco dello shogun. Prima, però, Asta deve fare la conoscenza del Paese del Sole, un luogo le cui tradizioni e usanze sono molto diverse da quelle di Clover.

Nel Paese del Sole non si fa uso di magia e grimori, bensì di Yojustu e pergamene. L’abilità principale degli abitanti non risiede dunque nella magia, ma nel Ki. Grazie a questa nuova fonte di potere arcano in Black Clover 338, anche Asta potrà finalmente lanciare magie?

Quanto è interessante?
1