Boruto 212: il vero obiettivo di Kashin Koji, una sfida impossibile

Boruto 212: il vero obiettivo di Kashin Koji, una sfida impossibile
di

Sin dal suo spettacolare debutto, Kashin Koji è sempre stato oggetto delle ipotesi della community, incuriosita dall’alone di mistero che questo protagonista emana. Nel corso del più recente appuntamento con la trasposizione anime di Boruto: Naruto Next Generations, finalmente emerge la verità sul suo obiettivo!

Dopo essere fuggito via dal Villaggio della Foglia, in cui era rintanato da diverso tempo alla ricerca d’informazioni riservate, Koji ha fatto ritorno al nascondiglio dell’Organizzazione Kara, dove Amado lo ha informato sui recenti avvenimenti. In seguito allo scontro con Naruto Uzumaki e Sasuke Uchiha, Jigen ha completamente esaurito il suo chakra e ora è fermo in attesa che venga ripristinato. I due concordano, con gli altri Interni fuori dalla base, non c’è occasione più ghiotta per eliminare il loro leader.

Nel corso dell’episodio 212 di Boruto, Kashin Koji raggiunge Jigen, il quale intende scoprire il motivo per cui lui e Amado intendono tradirlo. Koji non è però intenzionato a parlare e immediatamente lo attacca lanciando degli shuriken. Nonostante non sia ancora in piena forma, il leader dell’Organizzazione Kara schiva le stelle ninja, arrivando, in un solo attimo, alle spalle dell’Interno, che viene trafitto dalle lance di metallo.

Anche Koji, però, si rivela essere un osso duro: quello che Jigen ha colpito è solamente un clone d’ombra. A quel punto, il misterioso uomo dai capelli e dalla barba bianca rivela il suo vero obiettivo. “La mia motivazione? È molto semplice. Sin dal principio, sono stato creato con lo scopo di ucciderti”.

Cosa stanno a significare le sue parole e chi si nasconde dietro quella maschera? Ecco i titoli dei prossimi episodi di Boruto.

Quanto è interessante?
3