Boruto 60, l'evoluzione di Naruto come Hokage: il significato delle sue parole

Boruto 60, l'evoluzione di Naruto come Hokage: il significato delle sue parole
di

Conclusa la battaglia contro Isshiki, che ha portato con sé imprevisti non da poco per l'Hokage e Sasuke, è tempo per i nostri eroi di iniziare a studiare le prossime contromosse visto che il peggio non è ancora passato. Prima di allora, i nuovi capitoli di Boruto: Naruto Next Generations stanno approfondendo la caratterizzazione dei personaggi.

Naruto si è davvero affezionato a Kawaki e Masashi Kishimoto ha voluto porre tutte le sue attenzioni proprio al rapporto tra il giovane ninja e la famiglia del settimo Hokage nel tentativo di costruire per lui un posto da chiamare "casa". Si tratta dunque di un'impresa che Naruto ha preso molto a cuore dal momento che anche lui, in passato, si è trovato ad affrontare qualcosa di molto simile al Villaggio della Foglia.

Durante una loro conversazione, infatti, l'Hokage gli rivela quello che sostanzialmente è ora il suo obiettivo: terminare quel ciclo d'odio che per troppo tempo ha ostacolato l'infanzia di moltissimi giovani. Se Naruto non riuscisse a far sentire a casa Kawaki nel suo villaggio, allora tutto ciò per cui ha lavorato come leader di Konoha è stato inutile e di conseguenza non avrebbe avuto alcun senso diventare Hokage. Un significato straordinario che chiarisce ulteriormente per quale motivo Naruto ha intrapreso questa strada e per quale motivo, in realtà, Kawaki sia così importante per lui.

E voi, invece, cosa ne pensate dell'ultimo capitolo di Boruto? Fatecelo sapere con un commento qua sotto.

Quanto è interessante?
2