Boruto 63, gli spoiler del capitolo: una battaglia di karma

Boruto 63, gli spoiler del capitolo: una battaglia di karma
di

I piani fatti negli scorsi capitoli di Boruto sono andati a farsi benedire quando Kawaki, ormai preda di un desiderio irrefrenabile di sacrificio, decide di fare tutto da solo e lasciare Konoha, lanciandosi nella tana del leone senza nessuna garanzia di salvezza. Solo l'intervento di Boruto alla fine del capitolo 62 evita il peggio, almeno per ora.

Il protagonista evita che Kawaki venga portato via da Code, preparando il terreno per una battaglia importante tra quelli che potrebbero essere i contendenti della battaglia finale di Boruto: Naruto Next Generations. Gli spoiler del capitolo 63 di Boruto ci raccontano cosa succederà adesso.

"Inutile discutere", questo il titolo del capitolo che si apre come di consueto con una pagina a colori dove stavolta è Boruto col Rasengan il protagonista. Code ristabilisce un contatto con Ada, che lo avvisa di ciò che sta avvenendo e di come il ninja di Konoha sia riuscito a percepire Kawaki. Intanto quest'ultimo e il suo amico iniziano a litigare, dato che Kawaki insiste nel volersi far portare via da Code per poter proteggere l'Hokage, sottolineando anche come debba incontrare questa misteriosa persona e quindi non rischi la vita.

Boruto però non lo accetta e, nonostante i tentativi di Code, Kawaki per ora non viene teletrasportato via. Il discorso suscita vari sentimenti in Ada, che nella sua base osserva tutto mentre Daemon dorme tra le sue braccia. Code decide così di mettere alla prova Boruto, che venera in quanto ospite di un Otsutsuki, obbligandolo così a tirare fuori il suo karma. Il ninja biondo ci prova con varie tecniche ma Code sembra troppo forte.

Boruto 63 si conclude con il protagonista che tira fuori tutto il potere del suo karma ma senza trasformarsi in Momoshiki come fatto in precedenza. Code è soddisfatto di ciò che sta vedendo e sembra pronto per il round 2.

Quanto è interessante?
2