Boruto 75: chi è la figlia di Amado? Il passato dello scienziato

Boruto 75: chi è la figlia di Amado? Il passato dello scienziato
di

Nel capitolo 74 di Boruto Eida ha incontrato Kawaki, l'unica persona per cui prova un vero interesse. Prima che i due possano approfondire il loro rapporto, tuttavia, i ninja di Konoha prestano attenzione al racconto di Amado, chiamato a divulgare tutta la sua conoscenza da Shikamaru e Naruto.

Dopo aver illustrato il funzionamento dei poteri di Eida e Daemon, e aver rivelato l'esistenza di un dio degli Otsutsuki, che a quanto pare a causa della sua potenza ormai trascende il piano terreno, in Boruto capitolo 75 Amado spiega il motivo per cui è ossessionato dal Karma.

A suo modo di vedere le cose il potere degli Otsutsuki contiene speranza, ossia la possibilità di rendere possibili cose che agli esseri umani sono impossibili. Ciò unicamente per riportare in vita sua figlia, che come già rivelò in precedenza morì 12 anni prima degli eventi attuali.

Akebi, la figlia di Amado, soffriva di un male incurabile. Alcuna medicina sortiva effetto e persino i dottori rinunciarono a curarla. Amado non si preoccupò mai di cercare una cura per lei, piuttosto trovò un modo per risolvere il problema alla radice: creare un nuovo corpo attraverso la clonazione. Nove mesi dopo la morte di Akebi, Amado riuscì a impiantare il cervello della figlia in un corpo clonato che possedeva esattamente le stesse fattezze e persino lo stesso tono vocale. Tuttavia, l'essere che prese vita era un totale estraneo.

Amado diede vita a Delta, che per quanto ricordasse sua figlia Akebi era completamente diversa da lei. Per quanto volte provasse a riprogettarla, Delta ogni volta assumeva una personalità differente da Akebi. Fu solamente allora che lo scienziato si rese conto di aver perso sua figlia per sempre e che gli umani non possono giocare con la vita.

Sul punto della disperazione fu avvicinato da Jigen, il quale gli promise di riportare in vita Akebi in cambio dei suoi servigi. Obbedire agli ordini di Jigen significava tuttavia far morire il pianeta stesso. Convinto dalle parole del recipiente di Isshiki Otsutsuki, tuttavia, studiò il karma al fine di sfruttarlo per donare la coscienza di Akebi a Delta.

Quanto è interessante?
3