Boruto 75: il reale piano di Amado, quale è il ruolo di Kawaki?

Boruto 75: il reale piano di Amado, quale è il ruolo di Kawaki?
di

Allontanandosi momentaneamente dalla convivenza forzata tra Boruto, Kawaki, Eida e Daemon, nel capitolo 75 del manga Masashi Kishimoto ha inserito un’incredibile quantità di informazioni. Amado, ex scienziato della Kara e ancora per questo non del tutto affidabile per Konoha, potrebbe però aver detto troppo.

Spiegando le origini dei poteri di Kawaki, Code, ed Eida, Amado ripercorre rapidamente la storia di un membro del clan Otsutsuki, il leggendario Shibai, per poi parlare di un nuovo tipo di jutsu mai sentito prima nella serie, lo Shinjutsu, insieme di tecniche di un livello praticamente divino. Amado si è avvicinato allo studio di queste capacità per trovare un modo per riportare in vita sua figlia, e riuscì a farlo attraverso la clonazione.

Tuttavia, i risultati non furono quelli sperati, e quando Amado fu avvicinato da Jigen della Kara, Isshiki, che voleva sfruttare le conoscenze dello scienziato, quest’ultimo cercò un’altra strada per riavere sua figlia, ed è qui che entra in gioco Kawaki. Amado, infatti, avrebbe impiantato nuovamente il Karma nel ragazzo per usarne i poteri e perseguire ancora quel desiderio mai realizzato. Voi cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti.

Per finire vi lasciamo scoprire come sono nati i ninjutsu, e alle parole dello sceneggiatore per l'inizio del nuovo arco nell'anime di Boruto.

FONTE: COMICBOOK
Quanto è interessante?
3