Boruto, i fan criticano Sarada per il design di Ikemoto: ecco il perché

Boruto, i fan criticano Sarada per il design di Ikemoto: ecco il perché
di

Il finale di Naruto portò con sé l'alba di una nuova generazione. Mentre l'Uzumaki diventava hokage e Sasuke era in giro a perlustrare il mondo in solitaria, a Konoha si aprivano le danze sulla nuova generazione di ninja guidata da Boruto, figlio del protagonista. C'è stato però spazio anche per Sarada Uchiha, figlia di Sasuke e Sakura.

Protagonista anche dello spin-off a volume unico Naruto Extra: Il settimo hokage e il marzo rosso, Sarada è molto presente in Boruto ed è apparsa finora con tanti outfit. Se nell'anime ha degli abiti coprenti, nel manga Mikio Ikemoto l'ha prevista più volte con abiti scollati e poco adatti a una dodicenne, almeno secondo una grande porzione di pubblico. Un tweet di Rouge ha dato il via a una discussione e polemiche sul vestito di Sarada in Boruto.

Come si vede in basso, c'è chi omaggia il design di Kishimoto per i suoi personaggi femminili che, ricordiamolo, nella prima parte del manga sono ragazze dodicenni e tredicenni. Nonostante l'età, Sarada sfrutta abiti, secondo il pubblico, meno consoni. Ovviamente questo scorcio di fanservice in Boruto ha scatenato altre polemiche, con molti tweet che hanno ricordato che lo stesso accade in altri manga, dove i personaggi appaiono praticamente nudi oltre le classiche censure del caso.

È il momento per Mikio Ikemoto di ridisegnare Sarada? Intanto proprio lei sarà al centro di una missione con il team 7 in Boruto.

Quanto è interessante?
4