Boruto: quella perdita è avvenuta davvero? Parliamone

Boruto: quella perdita è avvenuta davvero? Parliamone
di

Nel corso di Boruto: Naruto Next Generations episodio 218, il Settimo Hokage ha dovuto salutare il suo più caro amico, un fratello che, nel bene e nel male, è stato con lui sin dal primissimo giorno. Ma si tratta di un addio, oppure di un arrivederci?

Quasi sconfitto da Isshiki Otsutsuki, su suggerimento di Kurama Naruto ha fatto ricorso alla Baryon Mode, un'ultima carta vincente che però consuma la vita stessa di chi ne fa uso. O meglio, questo è quello che credeva l'inconsapevole Settimo Hokage. Al termine di uno dei discorsi più commoventi dell'intera opera, infatti, l'unico a sacrificare la propria vita è la Volpe a Nove Code. Ma può un Cercoterio morire?

Secondo una parte della community, quello con Kurama non è stato realmente un addio, ma solamente un arrivederci. Come spiegato nel corso dell'opera da Kishimoto, un Bijuu non può morire a causa delle ferite subite in battaglia o per via dell'invecchiamento. Un Cercoterio muore solamente quando esaurisce il suo chakra, ma dopo alcuni secoli, quando recupera tutto il suo chakra, torna in vita reincarnandosi.

Questo, è esattamente quanto accaduto a Kurama nel corso della battaglia con Isshiki. La Baryon Mode, infatti, ha prosciugato completamente il suo chakra, sancendo la sua morte definitiva. Seguendo questa filosofia, però, un giorno molto lontano Kurama tornerà a popolare il mondo ninja.

Vi lasciamo all'ultimo saluto del Settimo Hokage nell'immagine promozionale di Boruto 218.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
2