Boruto: l'oscuro passato di Mugino riporta in vita uno degli Hokage

Boruto: l'oscuro passato di Mugino riporta in vita uno degli Hokage
di

Il Villaggio della Foglia di Boruto: Naruto Next Generations è ben diverso da quello che abbiamo potuto conoscere nell'opera di Kishimoto. Infatti, dopo lunghe battaglie il Settimo Hokage ha portato un'epoca di pace. Mugino ci porta a scoprire com'era il mondo ninja prima della sua ascesa.

Gettando le basi per l'avvio del nuovo arco narrativo, che introdurrà Kawaki e gli altri membri dell'Organizzazione Kara, l'episodio 180 di Boruto: Naruto Next Generations ha rivisitato l'era del Terzo Hokage in un emozionante flashback sul passato di Mugino. Questa puntata offre uno sguardo più approfondito sulla personalità della spalla più fidata di Konohamaru, evidenziando come sia una persona ben diversa da quanto visto finora.

Come raccontato da lui stesso, Mugino perse i genitori quando era ancora un bambino e venne rapito e costretto a diventare un assassino. Inviato in missione per eliminare il Terzo Hokage, Hiruzen Sarutobi sventò l'attacco, scoprendo che il giovane ragazzo era tenuto in ostaggio da un oscuro jutsu. Sconfiggendo i suoi persecutori, il nonno di Konohamaru libera Mugino dalla maledizione stringendolo a sé e chiedendogli perdono per il fatto che i bambini vengano sfruttati come armi usa e getta.

Grazie a questa vicenda, Mugino è diventato un grande amico di Konohamaru, oltre che uno dei migliori ninja della Foglia. Cosa ne pensate di questa storia mai apparsa nel manga? Scopriamo il motivo per cui il regalo di Himawari è così importante per Boruto. Svelati i primi dettagli su Kashin Koji e Akita Inuzuka di Boruto.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
3