Boruto: la serie diventa ancora più violenta grazie a Sarada Uchiha!

di
Boruto: Naruto Next Generations si sta avviando verso la conclusione dell'arco narrativo, non più filler, del viaggio al Villaggio della Nebbia e la tensione si è fatta elevata all'interno della serie, con scene più violente del previsto. Una fra tutte vede protagonista Sarada, figlia di Sasuke.

Attenzione possibile Spoiler

Verso la fine del 30° episodio della serie abbiamo potuto vedere Sarada affrontare in un teso scontro faccia a faccia uno dei nuovi 7 spadaccini della Nebbia guidati dal ribelle Shizuma Hoshigaki.

Il nome dello spadaccino è Buntan Kurosuki e durante lo scontro con la nostra giovane ninja maneggia una delle sette spade distintive del gruppo, cioè Kiba. Fortunatamente Sarada si dimostra un abile ninja in grado di utilizzare già agevolmente il suo Sharingan, eredità del clan Uchiha.

Mentre l'episodio sta per giungere a conclusione, Sarada fa cadere Buntan in un Genjustu (arte illusoria) che spinge lo spadaccino della Nebbia in un falso senso di sicurezza e mostra fin dove sarebbe stata disposta a spingersi pur di battere la giovane shinobi avversaria.

In una scena piuttosto violenta, infatti, lo sadaccino trancia di netto la testa a Sarada, ma come detto non è altro che un illusione indotta da quest'ultima che in realtà è ancora viva e vegeta. Tuttavia Buntan non rimane a lungo sotto l'effetto della tecnica e una volta liberatasi scopre la verità, riportando lo scontro nel vivo dell'azione.

La serie Boruto: Naruto Next Gnerations potrebbe anche aver nascosto una decapitazione dietro le arti illusorie ma di certo i fan, puntata dopo puntata, restano sempre più impressionati dalla crescente violenza e maturità che sta dimostrando.

Speriamo che questa parabola ascendente di gore non si interrompa.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
4