Boruto, fin dove si spinge l'amore paterno del Settimo Hokage?

Boruto, fin dove si spinge l'amore paterno del Settimo Hokage?
di

Durante il consiglio dei Kage, Naruto aveva affermato di essere pronto a tutto pur di salvare il mondo dalla minaccia degli Otsutsuki. Quando viene messo di fronte alla realtà dei fatti, però, l’Hokage non riesce a tener fede alla sua parola. Pur di salvare suo figlio, nel capitolo 66 di Boruto mette in atto uno straziante tentativo di salvataggio.

Fino a che punto un padre è disposto a spingersi per il bene di suo figlio? A quanto pare, Naruto Uzumaki è pronto persino a mettere in pericolo l’intero mondo ninja. Scelto come erede da Momoshiki Otsutsuki , suo figlio Boruto è divenuto la principale minaccia globale, e ha persino tentato di assassinare il Settimo Hokage.

A impedirgli questo delitto atroce ci ha pensato Kawaki, che attraverso le macchinazioni di Amado è rientrato in possesso dei poteri del Karma di Isshiki Otsutsuki. Quando però la battaglia tra i due volge in favore dell’ex di Kara, con il ragazzo che cerca di mettere fine alla vita del fratellastro, Naruto si muove per salvare Borushiki, che fisicamente è pur sempre suo figlio. L’azione di Kawaki porterà a gravi ripercussioni in Boruto 67, ma il Settimo Hokage, dimostra di non essere ancora pronto a rinunciare a suo figlio, e che intende in tutti i modi cercare un altro metodo per liberarlo dal Karma e da Momoshiki.

Questo gesto di Naruto, però, pone una sentenza di morte su Shikamaru, che era stato preso in ostaggio da Code. Difatti, il discepolo di Isshiki aveva affermato che qualora il Settimo si fosse mosso anche solo di un millimetro, il suo migliore amico sarebbe morto. A quanto pare, però, il biondo eroe di Konoha era disposto anche a questa amara conseguenza.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
3