Capitan America, tutti gli eroi Marvel che hanno avuto lo scudo finora

Capitan America, tutti gli eroi Marvel che hanno avuto lo scudo finora
di

Il ruolo di Capitan America, nell'immaginario collettivo, è legato indissolubilmente al personaggio di Steve Rogers. Nonostante Rogers sia senza dubbio la Sentinella della Libertà più iconica, nel corso degli anni anche altri personaggi hanno vestito i panni di Capitan America: ecco tutti gli eroi che hanno brandito lo scudo nei fumetti.

Isaiah Bradley


Protagonista della serie limitata del 2003 Truth: Red, White & Black, Isaiah Bradley è stato uno dei primi personaggi, dopo Steve Rogers, a sopravvivere al Siero del Super Soldato, nonché il primo Capitan America nero. Inviato in una missione suicida dal generale razzista Walker Price, Bradley decide di paracadutarsi oltre le linee nemiche indossando senza autorizzazione una copia del costume di Capitan America. Sopravvissuto alla missione (completata con successo), viene condannato all'ergastolo per il furto del costume, e il governo americano cancella dagli archivi qualsiasi traccia della sua esistenza, trasformandolo in una leggenda metropolitana. In seguito, Steve Rogers, venuto a conoscenza dei fatti, riuscirà a far venire a galla la sua storia. Questa storyline è stata adattata abbastanza fedelmente nella recente serie di Disney+ dedicata a Sam Wilson e Bucky Barnes (qui la nostra recensione di Falcon and The Winter Soldier).


William Naslund, Jeffrey Mace e William Burnside

Dopo la presunta morte di Steve Rogers, rimasto in animazione sospesa tra i ghiacci artici, diversi personaggi assumono negli anni l'identità di Capitan America. Il primo è William Naslund, eroe senza poteri che, prima di essere designato dal governo come sostituto di Steve Rogers, aveva assunto l'identità di Spirito del '76. Rimasto ucciso nel corso di una missione, viene sostituito da Jeffrey Mace, eroe della seconda guerra mondiale noto con il nome di Patriota. Anch'egli privo di poteri, è presto costretto a ritirarsi a causa delle ferite riportate in combattimento. Negli anni '50, il ruolo di Cap viene assunto da William Burnside, professore appassionato di storia americana e fan sfegatato di Steve Rogers, che nel corso delle sue ricerche ritrova accidentalmente la formula del Siero del Super Soldato, ottenendo così la possibilità di diventare il nuovo Capitan America. La versione della formula ritrovata, però, non era completa e presto la psiche di Burnside si frammenta portandolo alla follia. Viene messo in animazione sospesa dall'FBI e, risvegliatosi nel presente, si ritroverà a combattere proprio contro il suo idolo Steve Rogers.


Bob Russo, Scar Turpin e Roscoe Simons


Negli anni '70, una manciata di anni dopo il risveglio nel "presente" di Steve Rogers, la Sentinella della Libertà deve fare i conti con la società criminale Impero Segreto, che è riuscita a infiltrarsi all'interno del governo degli Stati Uniti. Non sentendosi più rappresentato da ciò che l'America è diventata, Steve abbandona l'identità di Cap, diventando Nomad. In quegli anni, il governo cerca di sostituirlo con scarsi risultati. Bob Russo, giocatore di baseball professionista, è il primo sostituto designato, ma si ritira dopo essersi infortunato nel corso della sua prima missione. Sostituito dal biker Scar Turpin, anche il secondo rimpiazzo avrà vita breve, ritirandosi dopo aver avuto la peggio in una rissa con una banda di criminali. Infine, arriva il turno di Roscoe Simons, fan di Steve Rogers, che cerca anche di farsi addestrare da Sam Wilson, che però rifiuta. Nonostante l'inesperienza e la mancanza di superpoteri, Simons sembra avere la stoffa per diventare il nuovo Capitan America. Le sue azioni nei panni della Sentinella della Libertà ingannano anche il Teschio Rosso, che rapisce Simons e, accortosi di aver sequestrato solo un impostore, lo uccide. La morte di Roscoe Simons convince Steve Rogers ad assumere nuovamente l'identità di Capitan America.


John Walker

Alla fine degli anni '80, Steve Rogers abbandona nuovamente il ruolo di Capitan America, non essendo disposto a rispondere alla Commissione per le attività superumane, ente governativo che minacciava di privarlo della sua autonomia. Viene sostituito da John Walker, militare e zelota americano, che viene potenziato dall'organizzazione criminale Power Broker, diventando inizialmente il villain Super-Patriota. Nel suo cieco patriottismo, Walker, nei panni di Capitan America, arriverà ad attaccare Steve Rogers, a causa delle manipolazioni del Teschio Rosso, i cui piani erano in realtà dietro la creazione della Commissione per le attività superumane. Dopo la sconfitta del Teschio Rosso da parte di Rogers, e il ritorno del vero Capitan America, John Walker assume i l'identità di U.S. Agent.


Clint Barton


Nel 2007, a seguito della Civil War, la guerra civile dei supereroi Marvel, Steve Rogers viene ucciso da un cecchino come raccontato nella storyline Death of the Dream. Divenuto il nuovo direttore dello SHIELD, Tony Stark chiede a Clint Barton di assumere il ruolo di Capitan America, in quanto unico eroe capace di lanciare lo scudo come Steve Rogers. L'ex Occhio di Falco, nel ruolo di Capitan America, inizia a far rispettare l'atto di registrazione superumana, la stessa legge che ha portato alla guerra civile. Discutendo con Kate Bishop, Barton si rende conto che, così facendo, sta in realtà disonorando la memoria di Steve Rogers. Decide quindi di smettere di vestire i panni di Capitan America, assumendo il ruolo di Ronin, e "donando" l'identità di Hawkeye a Kate Bishop.


Bucky Barnes


Dopo il rifiuto di Barton, Tony Stark non ha altra scelta che rivolgersi a Bucky Barnes, l'eroe indicato dallo stesso Steve Rogers, nel suo testamento, come suo successore. Bucky, che accetta solo a patto di non doversi registrare, si dimostra un ottimo Capitan America, e assieme agli altri eroi affronta la Secret Invasion, l'invasione degli Skrull. Anche dopo il ritorno in vita di Steve Rogers, Bucky continua a vestire i panni della Sentinella della Libertà fino all'evento Fear Itself, in cui Bucky inscena la sua morte per potersi occupare, in incognito, delle cellule terroristiche dormienti sparse sul territorio americano.


Sam Wilson


Nel corso del rilancio Nuovissimo Universo Marvel (2015), il corpo di Steve Rogers viene privato del Siero del Super Soldato, trasformandolo di punto in bianco in un anziano. Non potendo più vestire i panni di Capitan America, Steve affida questo ruolo a Sam Wilson, che adotta un nuovo costume che unisce elementi dell'esoscheletro di Falcon, con i colori e lo scudo di Capitan America. Tra le più grandi sfide che Sam si trova ad affrontare, però, c'è la diffidenza del popolo americano nel riporre la propria fiducia in un Capitan America nero. Nel corso dell'evento Secret Empire, dopo essere riuscito a salvare il mondo e aver ripristinato i poteri di Steve Rogers, che nel frattempo era stato sostituito da una sua copia fedele all'Hydra, Sam gli restituisce lo scudo, consapevole che Steve ne avrà bisogno per riconquistare la fiducia del popolo americano, ma continuando a vestire i panni di un secondo Capitan America.

Restando in tema, potrebbe interessarvi scoprire che Sam Wilson e Steve Rogers saranno presto protagonisti di due serie a fumetti di Capitan America annunciate da Marvel.

Quanto è interessante?
3