Castlevania: la terza stagione condivide più di qualche affinità con Il Trono di Spade

Castlevania: la terza stagione condivide più di qualche affinità con Il Trono di Spade
di

Per la gioia di tutti i fan, la terza stagione di Castlevania è finalmente approdata su Netflix. Tra le tante novità della serie, Le prime puntate hanno fatto intravedere un particolare stile narrativo, molto vicino a un'altra serie fantasy, Il Trono di Spade.

Il trio protagonista, insieme al resto dei personaggi che rientrano nella categoria degli antagonisti, si ritrova diviso nel mezzo. Trevor e Sypha non si imbattono più in Alucard durante la terza stagione, dal momento che loro vicende divergono l'una dall'altra e si concentrano sulle diverse minacce che ostacolano il loro cammino.

Anche nella serie televisiva tratta dai romanzi di Martin possiamo ravvisare una simile struttura; nella prima stagione la famiglia Stark fu separata a causa di una lotta di potere presente a King's Landing. Nella terza stagione di Castlevania, come nella prima di Game of Thrones, i protagonisti della storia intraprendono un percorso individuale mentre gli antagonisti si muovono nell'ombra per cercare di arrivare alle loro prede.

Carmilla e le sue sorelle, l'esercito di demoni di Ettore, si stanno tutti mobilitando per mettere a segno il proprio colpo, e probabilmente neanche la quarta stagione basterà a realizzare le loro aspirazioni. Inoltre, sia in Game of Thrones che in Castlevania le interazioni tra i personaggi costituiscono il fulcro della narrazione, posticipando i momenti più frenetici e incentrati all'azione nelle puntate conclusive, così che al momento del climax il pubblico si ritrovi maggiormente investito nelle sorti dei personaggi.

In un articolo dedicato abbiamo formulato le nostre prime impressioni sulla terza stagione di Castlevania. Lo scrittore della serie, Warren Ellis, ha raccontato in occasione di un'intervista la genesi della serie Netflix.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
1