Altro colpo per i siti pirata: viene chiuso il portale illegale Manamoa

Altro colpo per i siti pirata: viene chiuso il portale illegale Manamoa
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Da diversi mesi lo stop alla pirateria delle case editrici giapponesi si sta facendo sempre più incessante, tra leggi del parlamento nipponico e cause legali con i portali più grossi a livello mondiale. E tra gli effetti di queste misure c'è stata la chiusura di un altro sito pirata, Manamoa.

Dopo la chiusura di Kissmanga e Kissanime del mese scorso che ha interessato gli utenti anglofoni e affini, stavolta tocca al più grande portale coreano di manga piratati. Per chi non lo conoscesse, Manamoa è stato per lungo tempo fondamentale nella divulgazione di spoiler e anticipazioni dei manga più famosi, da ONE PIECE a My Hero Academia, e per la proliferazione di scansioni e traduzioni di pessima qualità in giro per la rete.

Erano in tanti infatti a tradurre in inglese e altre lingue europee da queste pubblicazioni coreane che venivano caricate sul sito, molto note perché sulle pagine veniva applicato sempre un enorme watermark col logo coreano del portale pirata. Dopo diversi giorni in cui il sito era irraggiungibile è arrivata la conferma, dopo un'indagine che ha portato alla chiusura di Manamoa.

Considerato l'andazzo delle ultime settimane, altri siti potrebbero aggiungersi a quelli ormai chiusi definitivamente. Inoltre le case editrici sembrano voler adottare strategie globali, con MangaPlus che studia l'inserimento di nuove lingue.

Quanto è interessante?
4