Il Coronavirus arriva anche in The Promised Neverland

Il Coronavirus arriva anche in The Promised Neverland
di

Come purtroppo tutti quanti sappiamo molto bene, il Coronavirus è divenuto l'argomento d'attualità più importante del momento vista la sua pericolosità e la sua velocità di diffusione. La pandemia sta infatti circolando incontrastata mentre ogni governo sta adottando le sue misure nel tentativo di contenere la minaccia.

Ovviamente, in una situazione simile non dovrebbe stupire che il mercato ne risenta, spesso anche dolorosamente. Quello che stiamo vivendo è un momento che tra qualche anno, molto probabilmente, potremo leggere nei libri di storia e, come spesso avviene in situazioni di questo stampo, in molti hanno cominciato a menzionare il Coronavirus rendendolo in qualche modo parte integrante delle produzioni a cui siamo affezionati.

Ebbene, questa volta è stato The Promised Neverland ad aver presentato - nella forma di un easter-egg - il Coronavirus come elemento di sfondo della sua storia. Andando più nello specifico, all'interno del capitolo 172 pubblicato da Shonen Jump, durante un discorso intavolato da Emma in una situazione su cui non faremo spoiler, cominciano a venir elencati gli orrori che l'umanità ha vissuto nel corso degli anni. Tra questi, però, è presente anche una piccola scena - visionabile a fondo news - in cui, su un muro mal ridotto, è possibile leggere chiaramente la parola Coronavirus, un piccolo riferimento a una delle più grandi sfide che l'umanità abbia dovuto affrontare in questi ultimi decenni.

Prima di salutarvi, vi ricordiamo che recentemente è stato svelato che l'epopea di The Promised Neverland giungerà presto al suo climax.

FONTE: Comicbook
Quanto è interessante?
1