Una correzione sui databook Vivre Card di ONE PIECE aggiorna sullo stato di Pedro

Una correzione sui databook Vivre Card di ONE PIECE aggiorna sullo stato di Pedro
di

In ONE PIECE la morte è affrontata raramente, e perlopiù in modo relativo ai personaggi del passato. Per questo i lettori del manga e gli spettatori dell'anime spesso non credono al decesso di qualche individuo in seguito a gravi incidenti. Una delle ultime saghe sembra però aver messo chi dubbi su Pedro, il mink suicidatosi a Whole Cake Island.

Regolarmente, il manga di ONE PIECE si amplia grazie ai databook chiamati Vivre Card, riprendendo il nome del famoso oggetto che aiuta i navigatori del mondo a ritrovarsi. Se nel precedente volume pubblicato Pedro veniva menzionato come uno dei personaggi non ancora morti, stavolta sembra esserci un'ulteriore conferma sulla morte del mink.

Come potete leggere in calce, il databook Vivre Card di ONE PIECE è stato corretto e indica che Pedro è morto all'età di 32 anni. Stavolta è lo stesso Eiichiro Oda che indica espressamente il decesso, non dando scampo a nessuna teoria che abbia previsto il ritorno inaspettato del leopardo. Ora i fan attendono dai databook Vivre Card altre informazioni su personaggi come Monet e Vergo, ancora classificati come stato sconosciuto.

Nel manga di ONE PIECE sta proseguendo l'arco di Wanokuni con un flashback su Oden e Roger, chi altro andrà incontro alla propria fine nell'estenuante lotta con Kaido? Intanto, Pedro è stato protagonista di un cosplay a tema ONE PIECE piuttosto inquietante.

Quanto è interessante?
1