Dal creatore di Berserk, Gigantomakhia diventa un anime in CGI

Dal creatore di Berserk, Gigantomakhia diventa un anime in CGI
di

Quando si tratta di Berserk e del suo autore, Kentaro Miura, è doveroso fare una scrupolosa attenzione. Nonostante il sensei sia alle prese con il suo capolavoro da decine di anni, il mitico autore ha comunque dedicato le proprie attenzioni a molteplici opere, scatenando non poche perplessità ai suoi appassionati.

Il recente annuncio di Dhuranki, infatti, ha suscitato molta indignazione da parte della community, esasperata dalla serializzazione saltuaria di Berserk che, anche questo mese, non vedrà l'uscita di un nuovo capitolo. Il mangaka fatica molto a porre fine all'opera che lo ha reso celebre in tutto il mondo, soprattutto per la mole di questioni in sospeso che necessitano tuttora di una risoluzione. Pertanto, il sensei è solito dedicarsi di tanto in tanto a nuovi progetti, anche di breve durata, per "cambiare aria" dal turbolento mondo di Guts.

Ad ogni modo, tra questi progetti figura Gigantomakhia, un manga pubblicato tra il 2013 e il 2014 sulla consueta rivista Young Animal. Recentemente, per la nuova edizione del Seian Cinema, il regista Daigi Sugimoto ha mostrato al pubblico l'adattamento in computer grafica del volume auto-conclusivo appena citato. Attualmente, non è semplice rintracciare il video in quanto la clip risulta un lavoro privato, ma tramite l'immagine utilizzata in apertura potete farvi una prima idea del comparto tecnico utilizzato.

Ovviamente, qualora il cortometraggio verrà reso disponibile non mancheremo di aggiornare la notizia. E voi, invece, cosa ne pensate di un adattamento di Gigantomakhia, siete curiosi? Fatecelo sapere con un commento qua sotto.

Quanto è interessante?
4