Crunchyroll, il General Manager rivela: "Hollywood non può fare quello che facciamo noi"

Crunchyroll, il General Manager rivela: 'Hollywood non può fare quello che facciamo noi'
di

Nel corso degli anni Crunchyroll si è imposta sempre più a gamba tesa nel mercato anime internazionale, arrivando persino a produrre dei progetti lei stessa come il recente successo di Tower of God. Recentemente, il General Manager della compagnia si è concesso a un'intervista per Variety per fare il punto della situazione.

Dopo le grandi voci sull'acquisizione di Crunchyroll da parte di Sony, Johanne Waage, direttrice generale del colosso americano, ha spiegato ai lettori di Variety la grande influenza del marcato anime, un settore che sta crescendo a livello globale, merito anche di Warner Media, il gruppo di cui la compagnia fa parte:

"La Warner ha rapporti con l'animazione da tanti anni, hanno numerosi grandi personaggi e sono persino consapevoli da dove gli anime provengano".

Dopodiché, si è rivolta a HBO Max, che possiede tra l'altro una piccola sezione dedicata a Crunchyroll, mostrando tutto la propria emozione di lavorare al fianco dei grandi titoli HBO. Ha poi aggiunto:

"I partner di co-produzione devono essere particolarmente attenti a eventuali suggerimenti. L'aggiunta o la rimozione di determinate cose può massimizzare gli spettatori in un determinato territorio. Abbiamo già 150 addetti al marketing in tutto il mondo che conoscono perfettamente il proprio mercato locale. Ed è per questo che gli studi di Hollywood non possono fare quello che facciamo noi."

L'articolo si è infine concluso con una breve dichiarazione della direttrice che ha tenuto a precisare quanto il mercato degli anime non sia una moda passeggera. E voi, invece, cosa ne pensate delle sue parole? Fatecelo sapere con un commento qua sotto.

Quanto è interessante?
1