DC Comics: cosa ne è stato di Lana Lang dopo la cancellazione di Superwoman?

di

Con la cancellazione di Superwoman, avvenuta col 18° albo della serie, si è chiuso un importante arco narrativo della carriera editoriale di Lana Lang: la miglior amica di Superman, nonché suo primo amore giovanile. Ma cosa ne è stato dell’eroina, al termine della sua avventura?

Scritto da K Perkins e disegnato dagli artisti Stephen Segovia e Max Raynor, il 18° numero della serie è stato descritto dalla stessa DC Comics come “un giorno nella vita di Superwoman... con qualcun altro seduto al volante”, implicando quanto l’eroina fosse sotto il controllo mentale di Midnight.

Nel corso del capitolo, Midnight (o M1dn1ght, se preferite) appunto è riuscito a stabilizzare la donna e a ridurre i suoi peggiori impulsi, ma Lana, per poter garantire la sicurezza di entrambi, ha volontariamente rinunciato ai propri poteri. Non per nulla, negli ultimi tempi si era costantemente domandata se questi avrebbero finito per ucciderla, com’era già capitato alla Lois Lane di Terra Prime, deceduta proprio nel primo numero della seria.

La donna aveva infatti ottenuto una parte dei poteri del Superman di Terra Prime quando questi, nel finale dell’arco narrativo intitolato “Gli Ultimi Giorni di Superman”, è purtroppo venuto a mancare, aprendo le porte al ritorno del Superman originale (oggi al centro del DC Rebirth).

Ora che anche Lana ha perso la sua “dose” di superpoteri, il personaggio tornerà certamente a svolgere un ruolo di supporto nelle storie dedicate all’Uomo d’Acciaio, anche perché il suo fidanzato, John Henry Irons/Steel, di recente è corso sempre più spesso in aiuto del supereroe kryptoniano.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
3