Death Note: 18 anni fa l'annoiato Light Yagami trovava un curioso quaderno

Death Note: 18 anni fa l'annoiato Light Yagami trovava un curioso quaderno
di

Sono davvero poche le opere che riescono a fotografare un periodo storico complesso trattando temi delicati, e altrettante quelle che riescono a catturare l'attenzione di un pubblico assottigliando la solita, e spesso controversa, targhettizzazione. Death Note è una di queste, e oggi ricorre un evento molto importante all'interno della storia.

Il 28 novembre 2003 infatti, il geniale diciassettenne Light Yagami sta guardando fuori dalla finestra dell'aula. Profondamente annoiato, nota un quaderno cadere dal cielo, e incuriosito, quando termina la lezione lo raccoglie. Inizialmente, leggendo la scritta Death Note riportata sulla copertina, Light crede che si tratti di uno stupido scherzo.

Una volta giunto a casa tuttavia, inizia a scorgere le regole riportate nelle prime pagine. Dopo averlo lasciato sulla scrivania, Yagami prova a non pensarci ma la profonda noia che caratterizza ormai la sua vita, lo spinge a provare quel quaderno. Accende la TV, e dopo un breve aggiornamento riguardo un criminale, che sta tenendo in ostaggio maestre e bambini in un asilo, decide di scriverne il nome. Alle 18:23:40 del 28 novembre 2003 la morte di quel sequestratore segna le origini di Kira, e l'inizio della storia firmata da Tsugumi Ohba e Takeshi Obata.

Un anniversario singolare ricordato anche da molti fan sui social, come potete vedere dal post riportato in calce. Per finire vi lasciamo ad uno splendido cosplay dedicato a Misa Amane.

FONTE: TWITTER
Quanto è interessante?
2