Death Note: un cosplay di Misa Amane ci ricorda del secondo Kira

Death Note: un cosplay di Misa Amane ci ricorda del secondo Kira
di

L'anime di Death Note ha compiuto ben 15 anni: partito poco dopo la conclusione del manga, anche gli spettatori poterono vedere i colpi di scena e le battaglie psicologiche tra Light ed L, le intromissioni degli dei della morte Ryuk e Rem, l'intervento di Misa Amane e di tutti gli altri personaggi creati da Tsugumi Ohba.

Seppur non sia stata una storia molto lunga - la pubblicazione è durata 108 capitoli suddivisi in 12 volumi - Death Note è riuscito a fare la storia. Sono tantissime le copie vendute per tankobon in Giappone, un numero elevatissimo e che l'ha reso quindi immortale. Ohba e Obata si sono poi dedicati ad altre serie, anche in coppia, come Bakuman e Platinum End, ma nessuna ha raggiunto la notorietà del loro primo lavoro ufficiale insieme.

La battaglia di attacchi e contrattacchi tra i due contendenti principali è stata spezzata dall'intervento di Misa Amane, la prima vera protagonista femminile della storia. Modella e con uno stile di gothic lolita, la ragazza ha affascinato in molti (anche se non proprio il protagonista Light Yagami). Lulu Lottie ha provato a riprodurla in questo cosplay di Misa Amane da Death Note visibile in basso, dove indossa l'abito nero di matrice gotica e porta con sé una mela rossa, uno dei simboli della serie.

Le mele la collegano a questo cosplay di Ryuk, lo shinigami che va pazzo per quel frutto. Al momento invece sta andando in onda l'anime di Platinum End, l'ultima serie creata dal duo.

Quanto è interessante?
2