Demon Slayer: da quanti archi narrativi è composta la serie?

Demon Slayer: da quanti archi narrativi è composta la serie?
di

Demon Slayer di Koyoharu Gotoge è stata una delle serie più sorprendenti e di successo degli ultimi anni. L’uscita del primo film in piena pandemia ha aiutato a consolidare la popolarità già avviata della storia di Tanjiro Kamado, raccontata in 23 volumi e la cui trasposizione animata, ad opera di Ufotable, è ancora in corso.

Le prime tre stagioni hanno presentato gran parte della storia, e la qualità crescente della produzione ha fatto sì che sempre più spettatori si avvicinassero al pericoloso mondo ideato dalla Gotoge. Ma quanto manca alla fine della storia? E in quanti archi narrativi può essere divisa? Scopriamolo.

Nel corso dei 23 volumi, pubblicati in Italia dalla casa editrice Star Comics, Tanjiro e compagni devono fronteggiare minacce sempre peggiori, riuscendo a sconfiggere le Lune Demoniache minori per poi avvicinarsi all’apice della gerarchia dei villain, dove si trova Muzan Kibutsuji in persona. Per rispondere in maniera diretta alle domande poste sopra, Demon Slayer si sviluppa in 11 archi narrativi, con l’ultimo suddiviso in due grandi parti.

Il primo, l’arco della selezione finale, raccontato dal capitolo 1 al capitolo 9, e che lancia effettivamente la serie stravolgendo la vita di Tanjiro, ritrovatosi senza famiglia e con l’unica sorella superstite trasformata in demone, in cui il protagonista decise di intraprendere il percorso del cacciatore di demoni. Segue l’arco della prima missione, della durata di soli quattro capitoli, dal 10 al 13, dove Tanjiro da prova di poter sconfiggere creature nettamente più potenti di lui pur essendo un cacciatore alle prime armi.

Arriva poi l’arco Asakusa, narrato dal capitolo 14 al 19, in cui Tanjiro incontra per la prima volta Muzan, e fa la conoscenza di Yushiro e Tamayo, ascoltando con interesse l’idea della donna relativa alla ricerca di una cura per i demoni. Dal capitolo 20 al 27 invece si sviluppa l’arco della villa Tsuzumi, dove Zenitsu e Inosuke iniziano a ricoprire ruoli centrali, e Tanjiro dimostra i suoi miglioramenti sul campo di battaglia contro Kyogai.

Il capitolo 28 lancia l’arco del Monte Natagumo, fino al capitolo 44, dove i protagonisti intraprendono la prima grande missione come gruppo e si ritrovano contro la famiglia dei demoni ragno, tra cui Rui, Quinta Luna Calante. Dal capitolo 45 al 53 si racconta invece l’arco dell’addestramento riabilitativo, con cui si chiude anche la prima stagione dell’anime, e la cui caratteristica principale è la presentazione del resto degli Hashira.

Proprio i Pilastri andranno poi a svolgere ruoli chiave al fianco di Tanjiro e compagni nei successivi tre archi, narrati nella seconda e terza stagione, e dal capitolo 54 al capitolo 127. Il primo riguarda il coinvolgimento diretto dell’Hashira della fiamma, Kyojuro Rengoku, nell’arco del Treno Mugen, per poi lasciare spazio al pilastro del suono, Tengen Uzui, e al salvataggio delle sue mogli nel quartiere a luci rosse. Dal capitolo 98 al 127 si sviluppa invece l’ultimo arco narrativo raccontato nell’anime, quello del villaggio dei forgiatori di katane, in cui sia il pilastro della nebbia, Muichiro Tokito, che il pilastro dell’amore, Mitsuri Kanroji, sono fondamentali.

Entriamo ora negli ultimi tre archi non ancora adattati nell’anime. Il primo, raccontato dal capitolo 130 al 136, riguarda l’allenamento con gli Hashira in vista dei futuri scontri con i sottoposti di Kibutsuji un’occasione incredibile per i cacciatori di livello inferiore che possono apprendere dai migliori combattenti di demoni tecniche e diversi approcci.

Dal capitolo 137 al 183 si tratta invece l’arco del Castello dell’Infinito, il più longevo dell’opera, e prima parte della grande battaglia finale contro le lune al servizio di Kibutsuji, con scontri memorabili, e anche importanti dettagli sul passato di alcuni antagonisti. La serie si conclude poi in circa venti capitoli, dal 184 al 205, in cui viene raccontato l’arco del conto alla rovescia per l’alba, la conclusione della serie di battaglie contro i demoni, colpi di scena mozzafiato e un finale tutto sommato positivo per i protagonisti.

Prima di salutarci vi lasciamo ad un paragone diretto tra Dragon Ball e Demon Slayer, e ai 10 manga più venduti della storia.