Demon Slayer: le vendite del manga non si fermano, ancora arresti per furti

Demon Slayer: le vendite del manga non si fermano, ancora arresti per furti
di

Il fenomeno Demon Slayer attende solo il debutto del film intitolato "Mugen Ressha-Hen" prima di poter tornare a far parlare di sé nelle community mondiali. Ad ogni modo, anche dal fronte cartaceo il franchise continua a stupire in termini di vendite, quanto positivamente che negativamente.

Attualmente, infatti, Demon Slayer vanta oltre 80 milioni di copie vendute, numeri da capogiro che superano abbondantemente due pilastri dell'industria editoriale, Kingdom e Hunter x Hunter. Il peso di un tale successo, tuttavia, si manifesta in alcune azioni scellerate dei fan che stanno tentando in tutti i modi di accaparrarsi le copie del manga e rivenderle a prezzo maggiorato.

L'ultimo caso ha riguardato un uomo giapponese di 26 anni che, stando a quanto si evince dalle indagini, avrebbe rubato circa sei volumi del manga da un negozio, l'ennesimo degli ultimi mesi. Come se ciò non bastasse, l'imputato avrebbe in seguito tentato di vendere i numeri incriminati a un negozio dell'usato localizzato nelle vicinanze della fumetteria nel quale è avvenuto il furto. A segnalare il crimine è stato il negoziante che, insospettito dalla qualità dei tankobon per un negozio di seconda mano, ha avvertito le autorità.

E voi, invece, cosa ne pensate dell'ennesimo gesto di furto ai danni delle fumetterie nei riguardi del manga di Demon Slayer? Diteci la vostra opinione a riguardo, come di consueto, con un commento nell'apposito riquadro in fondo alla pagina.

Quanto è interessante?
1