Il designer di Mob Psycho 100 rivela i segreti dietro al comparto artistico dell'anime

Il designer di Mob Psycho 100 rivela i segreti dietro al comparto artistico dell'anime
di

Oltre a godere di una sceneggiatura brillante, le due stagioni di Mob Psycho 100 hanno offerto agli spettatori un comparto tecnico davvero notevole, soprattutto nella seconda iterazione di Studio Bones. Il character designer della serie ha rivelato i segreti che hanno reso l'anime una vera perla visiva.

Yoshimichi Kamada, infatti, è stato intercettato al Crunchyroll Expo e qui ha raccontato ai microfoni di ComicBook in che modo è stato sviluppata l'estetica della seconda stagione, in particolare nell'uso di luci e ombre per centrare il tono generale della serie.:

"Ho letto il manga originale diverse volte e volevo fare tesoro della sua singolare natura. Anche l'uso delle ombre del sensei ONE è tridimensionale. Sebbene il suo tratto sia davvero semplice, sono rimasto impressionato dal modo in cui l'ombra è ricca di dettagli. Dato che molte ombre sono formate da una gradazione sottile, ho proposto di rendere l'ombra della pelle dei personaggi nell'anime in modo simile.

Inoltre, quando i personaggi usano i poteri psichici volevo rappresentare la loro aura proprio come gli stickers di Bikkuriman. Ho insistito su questo aspetto perché (per quanto ne sappia) non molti anime hanno adottato questa tecnica, non è per montarci la testa ma è diventata una delle caratteristiche più rilevanti della serie! Ciononostante, ho iniziato ad usarla solamente da poco, e se in futuro avremo la possibilità di lavorare ancora su Mob Pshycho 100, voglio continuare ad approfondirla".

Il regista della seconda stagione ha ammesso di aver faticato moltissimo durante le produzione, se volete dare un'occhiata alle sue parole leggete il nostro articolo. Recentemente sulle pagine di Everyeye abbiamo recensito il nuovo OVA di Mob Psycho 100, "La Gita Aziendale".

FONTE: CB
Quanto è interessante?
2