Che differenza c'è tra Fullmetal Alchemist e Brotherhood? Gli anime a confronto

Che differenza c'è tra Fullmetal Alchemist e Brotherhood? Gli anime a confronto
di

Quando un manga diventa abbastanza famoso quasi certamente riceverà un adattamento animato. Ormai è prassi per il mondo dell'industria del fumetto nipponico questo passaggio, in particolare per le opere provenienti da riviste mainstream come Weekly Shonen Jump e altre. La stessa cosa capitò negli anni 2000 a Fullmetal Alchemist.

Il manga di Fullmetal Alchemist fu serializzato dal 2001 al 2010 sulla rivista mensile di Square Enix, Monthly Shonen Gangan. Essendo una produzione mensile, l'opera veniva sviluppata più lentamente di quelle a cadenza settimanale e per questo la produzione di Studio BONES, che si incaricò di produrre la trasposizione, si trovò in difficoltà quando iniziò nel 2003 l'anime di Fullmetal Alchemist.

Fin dai primi episodi, Bones ebbe poco materiale da adattare e per questo decise di produrre un anime con molte derive originali. Pur riprendendo in parte la storia creata da Hiromu Arakawa nella prima metà del manga, il primo anime di Fullmetal Alchemist è conosciuto per una proposta completamente diversa su Homunculus e sul destino dei fratelli Elric.

In occasione della fase finale del manga, Bones si rifece avanti con una nuova produzione, in Giappone chiamata semplicemente "Fullmetal Alchemist - Hagane no Renkijutsushi" mentre in occidente è conosciuta col nome di Fullmetal Alchemist: Brotherhood. Stavolta lo studio aveva a disposizione ben 9 di capitoli e, col manga verso il termine, poté adattare tranquillamente tutti i personaggi, le storie e gli eventi creati dalla mangaka.

Di conseguenza, la differenza tra Fullmetal Alchemist e Fullmetal Alchemist: Brotherhood è la storia, con Brotherhood che è il vero adattamento del manga di Hiromu Arakawa. Il risultato è stato uno dei migliori anime di tutti i tempi, come confermato dalla nostra recensione di Fullmetal Alchemist: Brotherhood.

Quanto è interessante?
2