Digimon Adventure 2020 è al centro di una polemica a carattere religioso, ecco perché

Digimon Adventure 2020 è al centro di una polemica a carattere religioso, ecco perché
di

Il grande interesse della community verso Digimon Adventure 2020 è andato via via scemando con il corso degli episodi. Il remake della storica serie animata non è stato in grado di tenere il passo con l'originale ed è per questo stato pesantemente accusato. Tuttavia, l'anime è improvvisamente tornato al centro dell'attenzione, ecco perché.

Nell'ultimo periodo, la serie animata è divenuta virale per un promo che ha messo in imbarazzo gran parte della community. L'anteprima dell'episodio 38 anticipa il fatto che Gabumon verrà sacrificato in un misterioso rituale oscuro; rituale che pare ricordare in maniera evidente la crocifissione di Gesù.

Un'immagine del genere, che potete osservare in calce all'articolo, potrebbe causare il fastidio dei soggetti più sensibili, nonché di tutti i membri della comunità cristiana. Non è la prima volta che il franchise Digimon cade in polemiche del genere, ma questa volta gli autori potrebbero aver compiuto un vero passo falso.

Sui social media l'immagine promo sta spopolando, causando commenti carichi di black humor. Tra i più irriverenti commenti dei fan c'è quello dell'utente Twitter Wikimon_News, il quale ha affermato "è morto per i nostri peccati".

A difesa dell'anime, bisogna specificare che la crocifissione non è un rituale strettamente correlato all'immagine di Gesù. Difatti, questa crudele pratica era ampiamente diffusa in epoca romana. Inoltre, non vi sono espliciti riferimenti alla cultura Cristiana o allusioni alla figura divina. Voi cosa ne pensate, un'immagine del genere si poteva evitare? Fateci sapere la vostra lasciando un commento nell'apposito box sottostante.

Nel frattempo, in Digimon Adventure Tailmon ha superato le sue paure diventando Angewomon. Debutta Blitz Greymon in Digimon Adventure.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
3