Netflix

Dorohedoro dà il benvenuto al caos. Presentata la follia dell'opening

di

Solo alla conclusione del manga di Dorohedoro è stato annunciato l'anime. L'opera di Q Hayashida è durata quasi venti anni, pur essendo stata completata con soli 23 volumi, ma la produzione potrà prendersi quindi il tempo necessario per studiare il tutto e rappresentare al meglio lo stile di particolare follia e di black humor dell'autrice.

Molta di questa follia e di queste caotiche scene si presentano già agli spettatori con i primi frame dell'anime derivanti dall'opening. Il sito ufficiale dell'anime di Dorohedoro, che sarà presente anche su Netflix, ha infatti pubblicato il video di apertura che presenta sia l'ambientazione e i due personaggi principali dell'opera che la sigla prodotta dal gruppo (K)NoW_NAME.

L'opening di Dorohedoro che potete guardare in alto alla notizia parte con colori sgargianti e psichedelici, accompagnando l'apparizione di Kayman, il protagonista. Subito dopo il video si concentra invece su Nikaido che dà vita a una scena tratta da Food Wars, almeno in parte. La ragazza inizia a preparare un pranzo ma la sua vera natura appare chiara a tutti quando inizia a macinare la carne con uno sguardo folle. Sul finale torna Kayman, ma con una testa a forma di gyoza che, precipitando nel vuoto, conclude il video con uno splatter di colori.

La sigla si intitola "Welcome to Chaos", traducibile come "Benvenuti nel caos". Dorohedoro debutterà il 13 gennaio a mezzanotte su Tokyo MX, ma prima sarà disponibile in streaming su Netflix.

Quanto è interessante?
5