Dragon Ball: incredibili retroscena sui Super Saiyan e sulle origini della leggenda!

di
A gran sorpresa, nel corso di un'intervista, Akira Toriyama ha svelato incredibili retroscena sul franchise di Dragon Ball. Il creatore dell'epopea di Goku e soci ha infatti parlato delle origini del Super Saiyan, nonché - a gran sorpresa - del primo guerriero nella storia che ha raggiunto questa trasformazione leggendaria!

Partiamo dalla verità che, secondo il creatore, svela le vere origini del Super Saiyan, il leggendario guerriero che - a detta del popolo del pianeta Vegeta - nasce ogni mille anni grazie al cuore puro di un guerriero prescelto, che riesce a trasformarsi dopo aver provato un forte sbalzo emotivo. O almeno questo era quello che pensavamo finora, poiché a quanto pare si risolve tutto in una questione genetica.

Vi riportiamo, infatti, le parole del sensei Toriyama ai microfoni di Saikyo Jump:

"Non si diventa Super Saiyan soltanto attraverso l'allenamento o la rabbia. Per diventare un Super Saiyan, il corpo di un individuo deve contenere le 'Cellule S'. Una volta che queste cellule hanno raggiunto un certo sviluppo, una determinata condizione emotiva come la rabbia causerà una loro esplosione e le accrescerà, determinando un cambiamento corporeo: ecco come nasce il Super Saiyan".

Secondo la teoria svelata dal creatore di Dragon Ball, dunque, ogni guerriero Saiyan portatore di Cellule S possiede la capacità latente di diventare un super combattente dai capelli dorati, previa ovviamente una condizione di emotività come può essere uno scatto d'ira particolarmente intenso - com'è accaduto a Goku, per esempio, in occasione della morte di Crillin sul pianeta Namecc o a Vegeta al solo pensiero di non riuscire a superare in forza e abilità il suo rivale. La teoria genetica, inoltre, dà anche coerenza alla capacità di personaggi come Goten e Trunks, che non hanno avuto bisogno di allenamento, di diventare dei Super Saiyan.

Ma le sorprese (clamorose) non finiscono certo qui: Akira Toriyama ha infatti svelato l'identità del primo Super Saiyan leggendario, probabilmente lo stesso che lord Beerus ha sognato e che dunque rappresenta il capostipite di questa formidabile discendenza di guerrieri. Il Saiyan in questione si chiama Yamoshi e dovrebbe corrispondere all'identità del guerriero leggendario che tanto perseguitava gli incubi di Freezer.

"Molto tempo fa, prima che il Pianeta Vegeta fosse la casa dei Saiyan, c'era un uomo chiamato Yamoshi che aveva un cuore totalmente puro nonostante fosse un Saiyan. Lui e i suoi 5 compagni iniziarono una ribellione, ma fu messo alle strette da alcuni guerrieri e divenne un Super Saiyan per la prima volta, anche se la sua trasformazione e il suo spaventoso stile di combattimento scioccarono persino gli altri Saiyan. Trovandosi in minoranza numerica, Yamoshi consumò la sua energia e fu sconfitto, ma fu soltanto l'inizio della sua leggenda. In seguito, lo spirito di Yamoshi ha vagato alla continua ricerca di sei Saiyan dal cuore puro, per dar vita a un nuovo salvatore: il Super Saiyan God".

Questa ulteriore, incredibile rivelazione aggiunge altri preziosi pezzi al puzzle della leggenda di Dragon Ball: il guerriero sognato da Beerus, che ha spinto il dio della distruzione a cercare il fantomatico Super Saiyan God, è proprio Yamoshi? Così come il tanto, temuto leggendario Super Saiyan che perseguita le paure di Freezer? Soltanto il tempo, probabilmente con ulteriori dichiarazioni o risvolti di trama all'interno dell'opera, ce lo dirà.