Dragon Ball: alcuni indizi rivelano il fortissimo legame con James Bond

Dragon Ball: alcuni indizi rivelano il fortissimo legame con James Bond
di

Avete anche mai solo pensato che Dragon Ball potesse avere qualche legame con il mondo dello spionaggio cinematografico? In realtà, pare che Akira Toriyama abbia preso spunto dall'immaginario di James Bond per inserire alcuni particolari dettagli all'interno del suo capolavoro.

A più di 35 anni dalla nascita di Dragon Ball, resta tuttora affascinante scoprire le curiosità che si celano dietro l'immortale franchise di Toriyama sensei, come quella volta che voleva fare di Gohan il nuovo protagonista. Ad ogni modo, lo scrittore e appassionato della mitologia dell'opera Derek Padula, ha recentemente raccontato le analogie di Dragon Ball con James Bond, in particolare in riferimento al film "Mai dire mai" del 1983.

Il capitolo 1 del manga, infatti, è caratterizzato da diversi elementi in comune che difficilmente potremmo accostarli a becera coincidenza. La pistola di Bulma che notiamo nel primo numero non è altro che una Walther PPK, guarda caso la stessa di Bond, così come l'automobile, una Renault 5 Turbo, appartenente a uno dei cattivi dello stesso film. A chiudere il cerchio, infine, è la presentazione di Goku a Bulma che sembra chiamare in causa l'iconica frase della celebre spia "Il mio nome è Bond. James Bond", rimodulato per l'occasione in "Io sono Goku. Son Goku".

E voi, invece, cosa ne pensate di questo aneddoto, lo sapevate? Fatecelo sapere, come sempre, con un commento nell'apposito riquadro riservato in fondo alla pagina.

Quanto è interessante?
4