Dragon Ball: Lunch soffre di disturbo dissociativo dell'identità

Dragon Ball: Lunch soffre di disturbo dissociativo dell'identità
di

L'epopea di Dragon Ball, nella sua lunga serializzazione, ha proposto numerosi personaggi che hanno finito col scomparire progressivamente nonostante le potenzialità. Per alcuni di essi, inoltre, lo stesso Akira Toriyama aveva immaginato delle personalità particolarmente esuberanti.

Se alcuni personaggi sono andati via via a scomparire altri, invece, hanno continuato a partecipare alla narrazione nonostante i piani originali, proprio come Crilin, divenuto nel tempo una sorta di mascotte e di simbolo del franchise. Lunch, o conosciuta in Italia anche con il nome di Laura, è una ragazza salvata nella prima saga dallo stesso Crilin e da Goku, ed è caratterizzata da un particolare disturbo scatenato dallo starnuto, ovvero il disturbo dissociativo dell'identità, chiamato anche disturbo di personalità multipla.

Di solito, esso avviene in reazione a un trama per difendere la persona dai propri stessi ricordi. La nuova identità tende ad avere meno limiti e ad essere più coraggiosa, in quanto entrambe le personalità non sono a conoscenza l'una della storia dell'altra. Lo scambio può essere improvviso o scatenato da un'azione specifica, nel caso di Lunch, per l'appunto, dallo starnuto. Akira Toriyama, inoltre, non ha mai raccontato il passato della ragazza, motivo per il quale è impossibile identificare quale delle due sia la sua vera personalità.

La parte cattiva, in giapponese, è soprannominata "kyobo", termine che descrive quello stato di agitazione e violenza causato dall'alcol. In breve, si tratta di una persona rozza che pensa unicamente a sé stessa. E voi, invece, cosa ne pensate di Lunch, vi piace come personaggio? Fatecelo sapere, come di consueto, con un commento qua sotto. Ma a proposito di Dragon Ball, sapevate che Toriyama è un fan delle auto italiane?

Quanto è interessante?
3