Dragon Ball Super 2: il mancato annuncio è colpa di Toriyama?

di

Dragon Ball Super 2 è tra i progetti legati all'animazione nipponica più vociferati negli ultimi anni, soprattutto per via dell'immensa portata del franchise di Akira Toriyiama. Ma dopo svariate settimane di assoluto silenzio, emergono finalmente alcuni aggiornamenti circa l'attuale situazione di stallo dell'attesissimo seguito.

Abbiamo più volte tentato di fare il punto sulla situazione in merito a DB Super 2, vittima di voci di corridoio contrastanti e problemi interni alla produzione. In un recente video, Geekdom ha provato a chiarire gli avvenimenti che hanno portato a ritardare la distribuzione dell'anime, soprattutto a seguito del recente annuncio del reboot di Digimon, a non prima del 2021.

Nel video in questione, che potete recuperare tramite l'allegato in cima alla notizia, il celebre leaker ha rivelato di aver incontrato, durante il suo viaggio in Giappone, una personalità molto vicina alla TOEI Animation che avrebbe confermato che la causa del ritardo a tempo indeterminato è attribuita ad Akira Toriyama in persona. Pare, infatti, che il sensei non abbia ancora ultimato la stesura della sceneggiatura e, in assenza di un soggetto da adattare, la TOEI ha dovuto dilatare i tempi necessari.

La produzione dell'anime è differente dall'omonimo manga, come dimostrano le numerose differenze con la serie televisiva di Dragon Ball Super, e pertanto la produzione ha subito una serie di rallentamenti importanti. Ad ogni modo, non ci resta che attendere eventuali novità in merito al futuro del franchise che, presumibilmente, arriveranno quest'anno quantomeno con un annuncio del prossimo film.

Secondo voi, invece, quali possono essere le cause di questi ritardi? Fatecelo sapere, come di consueto, con un commento nell'apposito spazio qua sotto.

Quanto è interessante?
5