Yamoshi ha lasciato il segno anche su altri popoli nel franchise di Dragon Ball?

di
Da alcuni giorni, ormai, siamo venuti a conoscenza dell'esistenza delle Cellule S, necessarie alla trasformazione in Super Saiyan, e del fatto che la lore di Dragon Ball si è arricchita di un nuovo personaggio: parliamo di Yamoshi, il Super Saiyan originale entrato nella leggenda per aver dato vita al primo super guerriero dorato.

La storia di Yamoshi è ormai nota e ne abbiamo ampiamente parlato nei giorni scorsi, così come abbiamo delineato che si tratta senza ombra di dubbio del Super Saiyan leggendario apparso in sogno a Beerus sotto forma di spirito, prima che il dio della distruzione si risvegliasse e incontrasse Goku in Dragon Ball Super.

Emergono, adesso, ulteriori dettagli dall'intervista di Akira Toriyama a Saikyo Jump, che ha svelato come i racconti del leggendario Yamoshi fossero presenti anche nelle memorie del popolo namecciano, precisamente nel libro delle leggende del noto popolo verde. Secondo quanto scritto in queste memorie, l'Anziano Saggio "simpatizzava con lo spirito di Yamoshi", a dimostrazione di quanto anche i namecciano debbano essere entrati in contatto con il Super Saiyan Originale - e chissà che tipo di influenza il guerriero possa aver esercitato sugli alieni.

Le dichiarazioni di Akira Toriyama non si fermano certo qui: il creatore di Dragon Ball ha in seguito definito ulteriori retroscena sulla società Saiyan e sul rapporto dei guerrieri con Freezer.