Dragon Ball Super: Broly, un chiarimento cruciale sulla presunta canonicità di Tarble

Dragon Ball Super: Broly, un chiarimento cruciale sulla presunta canonicità di Tarble
di

Sappiamo, da un po', che Tarble è canonico grazie a del materiale promozionale di Dragon Ball Super: Broly. Alla luce di ciò che abbiamo scoperto dopo aver visionato il film in Giappone, però, ci sentiamo di dover fare alcuni importanti chiarimenti.

Oltre al già pubblicato albero genealogico di Goku e Vegeta pubblicato in Giappone - in cui compare proprio il nome di Tarble - sappiamo che il fratello minore perduto del principe dei saiyan verrà nominato anche in Dragon Ball Super: Broly. Questo elemento dovrebbe aver in qualche modo confermato la canonicità del personaggio.

Eppure, a parer nostro, non è un elemento certo al 100%. La spiegazione è semplice: Tarble, dopo il suo esordio nello speciale OVA intitolato Dragon Ball: Ossu! Kaette Kita Son Goku to nakama-tachi!!, venne nominato anche nel film del 2012 Dragon Ball Z: La Battaglia degli Dei. Quella pellicola, nonostante fosse targata ancora sotto il marchio Z, come ben sappiamo ha fatto da apripista alla serie di Super, la cui prima saga è proprio un remake televisivo del lungometraggio.

Proprio nella serie anime, però, di Tarble non viene fatta alcuna menzione. Insomma, per avere la certezza sulla sua effettiva canonicità occorrerà aspettare un'eventuale nuova serie anime di Dragon Ball Super. In questo discorso va ad inserirsi, infine, un'ulteriore ragionamento: Dragon Ball Super: Broly è il primo film ad oggi veramente canonico per il franchise, a meno che in futuro l'epico scontro tra Goku, Vegeta e il Super Saiyan Leggendario non venga riscritto e riprodotto in versione seriale per la TV.

Quanto è interessante?
5