Dragon Ball Super: Broly, quali sono state le correzioni di Toriyama al film?

Dragon Ball Super: Broly, quali sono state le correzioni di Toriyama al film?
di

Nel nuovo lungometraggio Dragon Ball Super: Broly moltissimi personaggi hanno ricevuto un cambio di look e un aggiornamento rispetto alle passate versioni. Broly, l'antagonista principale, è uno degli esempi, con un processo già spiegato da Naohiro Shintani nelle altre porzioni di intervista che vi abbiamo presentato.

Come già rivelato in precedenza, Dragon Ball Super: Broly ha visto una massiccia presenza di Akira Toriyama che, oltre alla sceneggiatura, si è occupato anche del design dando numerosi consigli e apportando tante correzioni e indicazioni al lavoro svolto da Naohiro Shintani, l'art director della pellicola.

Shintani, nel corso della nuova intervista, ha diramato numerosi dettagli sul suo lavoro. Ad esempio, una delle cose a cui ha fatto più attenzione è stata la vicinanza del design a quello originale di Toriyama "Ho fatto coscientemente uno sforzo per mantenere i corpi dei personaggi snelli, poiché era questo che voleva Toriyama. Anche se personalmente mi piace come appare Bardack nel vecchio speciale televisivo, rimanere vicini al nuovo stile di Toriyama ha avuto la priorità rispetto alla mia immaginazione".

Quando gli è stato chiesto quali siano state le correzioni apportate al character design di Dragon Ball Super: Broly da parte del mangaka, Shintani ha spiegato che la maggior parte delle correzioni apportate da Toriyama si concentravano sui nuovi personaggi, Cheelai e Lemo: "Ha fatto correzioni direttamente sopra i miei disegni digitali, quindi ho potuto ridisegnarli subito da lì. Anche se non ha cambiato molto di Broly, Lemo è stato pesantemente rivisto. Credo che abbia fatto anche correzioni al profilo di Cheelai. Le sue correzioni erano particolarmente esigenti per i personaggi femminili, come Bulma".

Le correzioni poi sono passate al nuovo design di Broly, per cui Toriyama aveva un'idea più magra e non muscolosa come la versione precedente, per dare l'impressione di un Broly molto più emotivo e non soltanto legato alla forza bruta: "Toriyama ha dichiarato di non volerlo [Broly] estremamente muscoloso, quindi ho puntato nel farlo il più grosso possibile, ma entro i limiti". Dragon Ball Super: Broly arriverà nelle sale italiane dal 28 febbraio grazie ad Anime Factory.

FONTE: ComicBook
Quanto è interessante?
3