Dragon Ball Super: Broly, il ruolo del Karma nel destino di Paragas

Dragon Ball Super: Broly, il ruolo del Karma nel destino di Paragas
di

Approfondiamo come, all'interno della pellicola di prossima uscita Dragon Ball Super: Broly, il concetto di ruota karmica si applica al ruolo ricoperto da Paragas, il famigerato padre di Broly. Come vedremo, il suo destino si legherà fortemente alle sue azioni e alle sue colpe passate.

Dragon Ball Super: Broly sta battendo ogni record di incassi e di pubblico pagante mai stabilito da un qualsiasi lungometraggio precedente appartenuto al franchise creato da Akira Toriyama. Chiaramente il tutto è dovuto anche al richiamo mediatico esercitato dai personaggi inediti di spicco della pellicola, e stiamo ovviamente facendo riferimento a Broly e a Gogeta, finalmente divenuti canonici.

Ma questi non sono i soli personaggi che andranno a fare finalmente parte ufficialmente della cosmologia creata dal maestro, e anzi molti saiyan del passato ora possono vantare una posizione all'interno della serie. Uno di questi, chiaramente, è Paragas, l'ambizioso padre di Broly, che già nella sua prima apparizione appariva senza scrupoli.

In Dragon Ball Super: Broly la sua vicenda inizia nel momento in cui Re Vegeta esilia il figlio sul pianeta Vampa a causa del suo potere latente, risultato essere superiore persino a quello dell'erede al trono, e cioè il nostro Vegeta. L'orgoglioso Paragas non ci sta, e decide di seguire il figlio disertando ed impossessandosi della navicella guidata da un altro saiyan, Beets.

Nel tragitto che li porterà sul pianeta in cui il pericolosissimo neonato è stato esiliato la loro navicella si danneggerà, schiantandosi definitivamente sulla superficie e divenendo inutilizzabile. Il povero Beets, un saiyan non combattente, va nel panico, dicendo che non c'è abbastanza cibo per entrambi. Paragas risponde che ha già pensato ad una strategia per tamponare il problema, ed estrae quindi una pistola laser con cui colpisce al cuore l'indifeso compatriota, che muore sul colpo.

La cosa interessante da notare è che la stessa fine, con una precisione che riconduce facilmente al concetto di Karma elaborato da tante religioni orientali, toccherà decenni dopo a Paragas, proprio nel momento del confronto tra il figlio e i nostri eroi. Nel mezzo della battaglia infatti, Freezer (che ha aizzato Broly dopo aver salvato lui e il padre dal pianeta in cui erano intrappolati) rimane impressionato dalla forza del saiyan, e si domanda dove arriverebbe se si trasformasse in Super Saiyan anche lui.

Paragas nemmeno è a conoscenza di tale trasformazione, ma il malvagio alieno si ricorda del motivo della prima trasformazione di Goku, e cioè la morte di un suo caro. Così, Frezeer decide di ricreare la situazione, ed uccide con un proiettile laser Paragas, colpendolo al cuore esattamente come successo a Beets anni addietro.

Non potendo certo trattarsi di un caso, c'è da credere che gli autori e Toriyama abbiano voluto ribadire un concetto spesso sostenuto dalla serie, e cioè che ognuno raccoglie ciò che semina, e che pagare per i propri peccati è inevitabile. Il destino, anche se a distanza di decenni, restituisce sempre il male che si è fatto.

Che ne pensate di questo interessante sottotesto in Dragon Ball Super: Broly?

FONTE: CB
Quanto è interessante?
3