di

Dopo la pubblicazione del secondo trailer di Dragon Ball Super: Broly, la versione della partenza di Goku raccontata in Dragon Ball Minus: The Departure of the Fated Child, la storia autoconclusiva pubblicata da Toriyama nel 2014, sembra essere diventata ufficialmente canonica.

Tutto lascia pensare che una parte corposa del nuovo lungometraggio ambientato nell'universo creato da Akira Toriyama si concentrerà sulle origini dei tre saiyan protagonisti: Goku, Vegeta e Broly, ovviamente. Dopo quanto visto nel secondo trailer di Dragon Ball Super: Broly, pubblicato recentemente, sembra che la loro infanzia sarà approfondita parecchio, con quella di Goku in particolare che seguirà la versione tratteggiata dall'autore nel capitolo speciale Dragon Ball Minus: The Departure of the Fated Child.

Per chi non ne fosse a conoscenza, Dragon Ball Minus: The Departure of the Fated Child è un capitolo speciale stan-alone, che venne pubblicato sullo Shonen Jump nel 2014 e operò un retcon piuttosto massiccio della storia che vede Goku lasciare il suo pianeta d'origine per la Terra. Rispetto a quanto narrato nel film Dragon Ball Z: Le origini del mito, molte sono le differenze:

-Goku viene spedito nello spazio quando ha tre anni, mentre fino ad ora si pensava avesse solo pochi mesi, vestito in uniforme saiyan.

-La motivazione della partenza è diversa, dato che viene messo sulla navicella per essere salvato dall'esplosione del Pianeta Vegeta ad opera di Freezer, e non per conquistare la Terra.

-Viene inoltre introdotta la figura della madre di Goku, Gine.

-Freezer viene informato della possibile esistenza del Super Saiyan God dallo scienziato Kikono.

Le immagini lasciano pensare che sarà quindi questa la versione canonica dell'infanzia del protagonista, con anche i primi anni di vita di Broly che verranno finalmente inseriti all'interno della mitologia ufficiale della saga. Probabilmente, data la grande quantità di controversie sollevate dal capitolo Dragon Ball Minus: The Departure of the Fated Child, questa canonizzazione sarà digerita dai fan con il tempo, ma nulla impedisce che alla fine possa diventare quella comunemente accettata. Più facile potrebbe essere il percorso delle altri parti innovative che arricchiranno il folclore del franchise, essendo inedite.

E voi, cosa pensate di questa nuova versione canonica dell'infanzia di Goku?

Ricordiamo che Dragon Ball Super: Broly uscirà nelle sale giapponesi il 14 dicembre 2018, mentre a gennaio 2019 arriverà negli Stati Uniti.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
4

In attesa di Dragon Ball Super Broly sprigiona l'energia dei Saiyan con Dragon Ball FighterZ, il nuovo videogioco basato sulla serie di Akira Toriyama, in vendita su Amazon.it a prezzo scontato!