Dragon Ball Super: i fan reclamano un reboot in vista di un futuro sequel

Dragon Ball Super: i fan reclamano un reboot in vista di un futuro sequel
di

Il ritorno di Dragon Ball Super 2, una volta previsto per l'estate scorsa, sembra ormai addirittura improbabile per questo 2020. Tuttavia, le voci di corridoio continuano a mantenere caldo il progetto tra le mani di TOEI Animation, in quanto la serie, prima o poi, dovrà comunque tornare secondo i numerosi report.

In realtà, infatti, basta solo dare uno sguardo ai dati finanziari di TOEI per il 2019 per capire quanto il capolavoro di Akira Toriyama contribuisca ad arricchire le casse dell'azienda con ingenti quantità di denaro. Dragon Ball resta una gallina dalle uova d'oro, un franchise immortale e duraturo nel tempo grazie a una popolarità sempre più crescente.

E il fatto che continui a riportare tali somme alle casse di TOEI Animation è solo uno dei motivi che continua a ribadire la necessità di una seconda stagione di DB Super. Tuttavia, qualora dovesse realmente arrivare, i fan sperano in un reboot prima del debutto di un eventuale seguito. In particolare, sono in molti ad essere convinti della necessità di tagliare alcuni parti della prima stagione, riducendo le puntate a poco più di una ventina di episodi per comprimere la forte dilatazione della narrazione. Il tutto, magari, canonizzando Dragon Ball Super: Broly e adattare fedelmente l'eventuale arco narrativo del Prigioniero della Pattuglia Galattica.

Alcuni appassionati, pertanto, hanno manifestato il proprio apprezzamento al manga di Toyotaro proprio per la capacità del sensei di riuscire a non appesantire la storia con spezzoni filler eccessivamente lunghi. E voi, invece, vorreste vedere l'anime di Dragon Ball Super tanto compresso? Diteci la vostra opinione a riguardo con un commento qua sotto.

Quanto è interessante?
6