Dragon Ball Super: ha senso che Goku sia ancora il protagonista in futuro?

di

Sin dai suoi esordi, Dragon Ball è sempre stato sinonimo di Goku, protagonista indiscusso dell'opera che, dalla sua primissima apparizione da bambino fino alle sue incredibili e più recenti gesta, è rimasto il perno centrale delle storie intessute da Akira Toriyama. Dopo gli ultimi sviluppi, però, ha senso che il nostro eroe continui a esserlo?

Il perché di questa domanda è molto semplice ed è da ritrovare nei più recenti sviluppi di Dragon Ball Super: già con lo svilupparsi della prima, incompleta forma dell'Ultra Istinto, Goku aveva lasciato intravedere un potere latente di gran lunga più potente di qualunque altro guerriero mai apparso nel franchise, così come lo stesso Jiren può essere considerato senza dubbio l'avversario più forte di sempre per il nostro Saiyan preferito.

Dopo aver perfezionato l'Ultra Istinto, con la forma completa e di colore argentato che si è intravista sul finale dell'episodio 129 di Dragon Ball Super, questa sensazione non può che essere avvalorata: certo, non abbiamo visto ancora Goku in azione con questa nuova modalità, ma è indubbio che ci troviamo di fronte a un livello che ha completamente trasceso quelli precedenti.

D'altronde, su stessa ammissione di Whis, il perfezionamento dell'Ultra Istinto ha permesso a Goku di superare persino gli dei, trascendendo ogni limite prefissatosi completando il power-up che neanche le divinità della distruzione sono mai riuscite a padroneggiare.

Goku, sulla carta, è ora l'essere più potente mai esistito e ci risulta difficile immaginare che possa migliorarsi ulteriormente: è come se il nostro eroe avesse raggiunto il suo obiettivo, il fine ultimo che rischierebbe di renderlo, d'ora in poi, un protagonista senza più motivazioni né avversari da battere.

Lo scarto di potenza con gli altri personaggi, dai semplici terrestri come Crillin, Tenshinhan o Muten, ma anche da altri comprimari come Piccolo, Gohan, C18 e finanche lo stesso Vegeta, appare ormai troppo grande: Goku dovrebbe, quindi, farsi da parte e lasciare spazio a nuovi protagonisti?

Una prima "svolta" arriverà con il nuovo film in uscita a dicembre 2018, che in qualche modo fungerà da preambolo a Dragon Ball Super e, in generale a tutta l'opera, giacché narrerà la storia di Yamoshi, il primo Super Saiyan della storia nonché colui che scoprì il segreto del Super Saiyan God.

Considerato, infine, il futuro per ora nebuloso di Dragon Ball Super e di tutto il franchise - la serie finirà con l'episodio 131 il 25 marzo e non sappiamo ancora se ce ne sarà un'altra dopo il film - non è da escludere che Akira Toriyama e la Toei Animation abbiano più di qualche sorpresa in serbo.

Voi vi sentireste "pronti" a dire addio a Goku, eroe che ha ormai trasceso ogni limite conosciuto?

Quanto è interessante?
8